Terence Fixmer

Silence Control

2006 (International Deejay Gigolos / Audioglobe) | techno-ebm

Sintetizzatori come se piovesse, suoni al massimo dell’artificio, atmosfere cupe. Il ritorno di Terence Fixmer, a cinque anni di distanza dal precedente "Muscle Machine", è un album dal fortissimo sapore industrial , in controtendenza con le recenti uscite Gigolos.
Il disc-jockey francese aveva acquisito notorietà dopo l’enorme successo nell’ambiente con i suoi lavori carichi di quella sintesi tra ebm e ddark-wave che ritroviamo anche nel suo nuovo lavoro. Suggestivo e duro, il panorama che offre il disco, se portato a volumi estremi, è quello di una fonderia in fiamme, formata da scintille di battiti e sudore da lavoro. Come le statuarie "Far Away" e "Inside One", mentre con i suoi echi visionari l’iniziale "Resistance" trasmette inquietudine allo stato puro.

Tra la techno più selvaggia dell’odierno panorama berlinese e la violenza industrial dei Throbbing Gristle, Terence Fixmer costruisce un lavoro complesso, non adatto a pochi ascolti e che racchiude alcuni spunti interessanti. L’impressione che si ha è però quella di un lavoro inteso come "prima pietra" del cammino di Fixmer verso queste sponde sonore vicine a Front 242, Nitzer EBB… violenza abnorme e sanguigna è quella che emerge da "I Swear" e "Raw Power". Lo stesso transalpino ribattezzò le sue creazioni elektronik-tek-violence . Sembra, però, che questa pura e cieca violenza musicale non trovi nei solchi di "Silence Control" la sua causa scatenante, suscitando più di un dubbio di vacuità. L’apparenza è d’autore, e ne va dato atto a Fixmer ("Running After Time" resta un grandissimo brano), ma il contenuto appare ben poca cosa, se non nullo in parecchi episodi ("Oops" su tutti).

Sul piano musicale, è il synth l’arma preferita da Fixmer, che non disdegna di intavolare discorsi di overdrive sfonda-casse su tappeti di Bpm ben definiti, senza variazioni di rilievo. Alla fine, nella fabbrica notturna di Fixmer siamo invitati anche noi. "Are You Electric In Your Mind?" ci viene chiesto. Prendiamo tempo, non sapendo se declinare l’invito senza offendere il nostro anfitrione. Magari la prossima volta, quando riuscirà a dirci per cosa è così arrabbiato.

(19/07/2006)

  • Tracklist
  1. Intro
  2. Resistance
  3. Inside One
  4. Running After Time
  5. Far Away
  6. I Swear
  7. Oops
  8. EDX
  9. Are You Electric?
  10. In Dust
  11. Raw Power
  12. In green
  13. Watch This
  14. Under The Rain
  15. Outro
Terence Fixmer on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.