Sean Lennon

Friendly Fire

2006 (Capitol) | songwriter

Voce sempre più simile al padre, quasi dal fascino spettrale. Sean Lennon, per questo disco proposto anche in accoppiata con un Dvd, lascia aperte tante strade facili e giustifica una scrittura non proprio superba attraverso una dolcezza mai stucchevole. “Friendly Fire”, per osmosi, accetta insegnamenti dal gruppo d’appartenenza (Cibo Matto) e proprio da cotanta progenie, finendo per somigliare a un esercizio in studio dei Radiohead più morbidi (ascoltare “Dead Meat” e “Falling Out Of Love” per credere). Cert’è che la storia si legge con grande piacere e lampeggia agli incroci, senza dare fastidio. Da segnalare finanche un diffuso senso di malinconia che potrebbe tanto ammorbare quanto deliziare, ma si sa, i momenti fanno la differenza. Penso che l’album abbia sofferto del pregiudizio di base che accomuna i figli dei famosi e maledetti, uniti, invero, pure dai soliti, inconsci (?) tentativi d’emulazione estetica. Il Cristiano De André giappo-yankee, solo un bel po' più bravo.

(26/04/2007)

  • Tracklist
1. Dead Meat
2. Wait for Me
3. Parachute
4. Friendly Fire
5. Spectacle
6. Tomorrow
7. On Again, Off Again
8. Headlights
9. Would I Be the One
10. Falling Out of Love
Sean Lennon on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.