Akron/ Family

Set 'Em Wild, Set 'Em Free

2009 (Dead Oceans) | folk-rock, psych-rock

Disco di pura conferma questo "Set 'Em Wild, Set 'Em Free", opera terza della famiglia Akron, realtà ormai solida del freak folk, emancipata tanto dagli iniziali retaggi pre-war quanto dall'egida di Micheal Gira. L'album del passaggio a Dead Oceans riparte infatti proprio dall'approdo del precedente "Love Is Simple": quel folk-rock caratteristico e promiscuo, psichedelico, chitarroso, tribale, corale, storto. La sostanziale novità è un approccio ancora più aperto, che ingloba talvolta elementi finanche di funky e di elettronica.

Il trascinante ritmo dell'opening "Everyone Is Guilty" mostra subito le carte più intriganti: ogni sorta di schitarrata seventies (funk, psych, hard) fa da sfondo ai mutevoli momenti corali dei Family, che la accompagnano con arrangiamenti sia di pennello (violini e fiati) sia di sostanza (percussioni). E' un album pregno di calore e colore, capace di far viaggare nelle sfumature desertiche del coinvolgente country "River" e nella semplicità pastorale del folk "The Alps & Their Orange Evergreen", per poi sorprendere con le tensioni avant delle trombe e delle stonature di "Gravelly Mountains Of The Moon", mostro di otto minuti infiammato da una jam psych-rock dal gusto assai barrettiano.
Se la varietà a volte può parere un vezzo eccessivo (le lacerazioni di chitarre di "MBF"), nella gran parte dei casi gli esperimenti hanno un loro precipuo significato e una riuscita decisamente buona (quella sorta di folktronica di "Creatures").

A voler trovare una pecca, questo nuovo album finisce quella tacca o mezza tacca al di sotto dei precedenti per un paio di semplici motivi: l'attenuazione di quell'effetto sorpresa che sprigionavano i primi lavori e la mancanza di brani horse categorie. Quello che più si avvicina a esserlo è forse proprio uno dei più atipici, più lontano dalle loro radici, e folk e rock: ossia "Many Ghosts", bagno di note trasognate ed eppure così tremolantemente reali.
Certo queste non sono ragioni sufficienti per negare il fatto di ritrovarci al cospetto di un disco più che buono, che conferma quanto in passato si è detto/scritto sugli Akron/Family, mantenendo in tal modo ancora caldo il loro nome e rafforzando la loro fama.

(21/05/2009)

  • Tracklist
  1. Everyone Is Guilty
  2. River
  3. Creatures
  4. The Alps & Their Orange Evergreen
  5. Set ‘Em Free
  6. Gravelly Mountains of the Moon
  7. Many Ghosts
  8. MBF
  9. They Will Appear
  10. Sun Will Shine (Warmth of the Sunship Version)
  11. Last Year
Akron/ Family on web