Donato Epiro

Sounding The Sun

2009 (Stunned Records) | sacredelia

Sulla scorta delle cose ascoltare sinora, avevo "incasellato" Donato Epiro" alla voce elettronica di ricerca e dintorni. "After Dinner Black Out" (2007, Akoustic Desease) era una produzione nel suo piccolo esemplare, capace in soli 18 minuti  di agitare gli spettri della migliore elettroacustica in circolazione, combinando l'aspetto emotivo di un Lionel Marchetti con le rigidità sperimentali dei suoni della Ambiances Magnétiques.  A proposito, se ne avete possibilità, recuperatelo senza pensarci due volte, perché ne vale davvero la pena.

Ciò detto, è con curiosità che mi sono allora avvicinato a questo al nuovo lavoro di Donato Epiro (anche incoraggiato dalla iridescente copertina), rimanendone tuttavia spiazzato. Scordatevi le referenze "alte" di cui vi accennavo prima, perché i suoni di questo "Sounding The Sun" hanno piuttosto a che spartire con alcune suggestioni del sottobosco weird americano.

Per dire, la bellissima "Le Tigri Dell'Ira" che apre il disco, tra tribalismi ipnotici e visioni etno-acide alla O Yuki Conjugate, va a situarsi in quella zona grigia  - chiamiamola "sacredelica" - in cui formazioni come High Wolf o Dreamcolour  non hanno ancora mantenuto quanto promesso.

Epiro dimostra di saper padroneggiare la materia sonora di cui dispone, combinando abilmente elementi compositivi e improvvisativi. E' da notare infatti come il suono conservi una sua circolarità - che ne rende lodevole l'ascolto - seppur venga a tratti sventrato da improvvisazioni che ne ampliano la dimensione espressiva. 

Tant'è che le acusticherie free form di "Naja Nigricollis" lasciano pensare a una versione panteistica dei Peeesseye. Tra echi di voci lontane, lamenti di spiriti della terra e versi di animali geneticamente modificati, il resto scorre come un'unica suite retromoderna, da cui è piuttosto semplice lasciarsi ammaliare. Chiudete gli occhi e vi ritroverete nell'incubo in una foresta amazzonica ricoperta d'asfalto e tubolari d'acciaio.

(29/01/2010)

  • Tracklist
  1. Le Tigri Dell'Ira
  2. Cade Il Fuoco
  3. Fantasma Di Una Pulce
  4. Naja Nigricollis
  5. Un Globo Rosso Rotondo
  6. Fiume Nero
  7. Ella s La Mia Farfalla
Donato Epiro su OndaRock
Recensioni

DONATO EPIRO

Rubisco

(2017 - Loopy)
Tra visioni distopiche e scenari post-urbani, il biologo-musicista immagina la Terra in assenza di vita ..

DONATO EPIRO

Fiume nero

(2014 - Black Moss)
Tribalismo e psichedelia spinta per il debutto sulla lunga distanza dell'organista dei Cannibal Movie ..

DONATO EPIRO

Supercontinent

(2010 - Stunned)

Una nuova esplorazione sacredelica di Donato Epiro

Donato Epiro on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.