Mayer Hawthorne

A Strange Arrangement

2009 (Stones Throw) | soul, pop

Andrew Mayer Cohen (in arte Mayer Hawthorne), originario di Ann Arbor (Michigan) porta avanti il suo cruccio per la black music storica con convinzione di vero erudita fin dalla tenera età. Fino a quando Peanut Butter Wolf non decide di ingaggiarlo per la sua Stones Throw e produrre il disco su lunga distanza.

Il bello del suo primo “A Strange Arrangement” sta nello scovare i trabocchetti che lo legano all’attualità. Così, canzoni come “Just Ain't Gonna Work Out”, “Your Easy Lovin' Ain't Pleasin' Nothin'” (memore della “Can’t Hurry Love” di Phil Collins) e “Make Her Mine”, le meno melense del lotto, mischiano tecniche trip-hop al suo passatismo Motown ossessionante.
Le rimanenti, dalla title track a “I Wish It Would Rain”, da “Maybe So, Maybe No” (con intro immaginifica) a “The Ills” e “Shiny & New” sono soul vecchia maniera con armonie a cappella e produzione Spector-iana.

Disco-scommessa che vale più per la Stones Throw, un suo divertissment di squisitezza polverosa, che per la voglia di durevolezza dell’ascoltatore. All’attivo la grazia del cantante, il fascino sonoro della produzione e una tracklist maestosa. “Just Ain't Gonna Work Out” si trova anche in 7”, rosso trasparente a forma di cuore.


(11/09/2009)

  • Tracklist
  1. Prelude
  2. A Strange Arrangement
  3. Just Ain't Gonna Work Out
  4. Maybe So, Maybe No
  5. Your Easy Lovin' Ain't Pleasin' Nothin'
  6. I Wish It Would Rain
  7. Make Her Mine
  8. One Track Mind
  9. The Ills
  10. Shiny & New
  11. Let Me Know
  12. Green Eyed Love
Mayer Hawthorne on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.