Red Krayola with Art & Language

Five American Portraits

2010 (Drag City) | avant rock

Sempre concettuali, i lavori derivati dalla collaborazione tra i Red Krayola e il collettivo multimediale Art & Language. Non fa eccezione questo “Five American Portraits”, dove la descrizione mediante parole e musica di alcuni personaggi, immaginari o reali, del mondo americano si carica immediatamente (a cominciare dallo scanzonato blues-rock di “Wile E. Coyote”, debitore della “Roadrunner” di Bo Diddley) di una valenza meta-musicale.

Tuttavia, questa volta forse più delle altre, sembra che il valore della musica sia passato del tutto in secondo piano. Non si riesce a spiegare, infatti, la pochezza di questo disco. Ci si potrebbe concentrare sui giochi verbali, sulla “versificazione” di “President George W. Bush” e via di questo passo. Ma sarebbe del tutto inutile, dato che, per esempio, il brano di cui sopra, gira e rigira, lascia dietro di sé solo una grande noia. Accompagnata da un coro soave, una voce femminile intona una sfuggente elegia, attraversata da soffusi tocchi pianistici e lontani sbuffi di sax. Si passa, dunque, all’intonazione di un coro goliardico, salvo, poi, ritornare in carreggiata…

Da uno come Mayo Thomposon è lecito aspettarsi qualcosa di più, anche se il suo grande passato continua a farlo vivere di rendita. Tuttavia, in tempi confusi e pieni di dischi come questi, una roba del genere, onestamente, mi fa appena il solletico. Mi sarei accontentato di un "Sighs Trapped By Liars” parte seconda, per dire: buon mestiere, almeno!

Invece, qui bisogna fare i conti con il mood sonnambulo e jazzato di “President Jimmy Carter”, dove improvvisamente si fanno largo dei canti patriottici. Sbadigli. Più ambiziosa, “John Wayne” presenta uno spettro stilistico variegato e un’ambientazione surreale, tra passaggi malinconici, confusioni impro e rumorini sparsi… Ma, in fondo, il momento più sincero è sicuramente quello di “Ad Reinhardt”, una sonata al pianoforte che si confonde con sberleffi di sax e una voce isterica.

Spero di sbagliarmi, ma penso che neanche i fan più accaniti riusciranno a innamorarsi di questo disco.

(25/02/2010)

  • Tracklist
1. Wile E. Coyote
2. President George W. Bush
3. President Jimmy Carter
4. John Wayne
5. Ad Reinhardt
Red Krayola with Art & Language su OndaRock
Recensioni

RED KRAYOLA WITH ART & LANGUAGE

Sighs Trapped By Liars

(2007 - Drag City)
Si rinnova il sodalizio tra Mayo Thompson e il collettivo inglese

Red Krayola with Art & Language on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.