Deer Tick

Divine Providence

2011 (Partisan) | folk-rock

Non tutti, dopo una sbornia, sentono il bisogno di raccontarne i dettagli, in particolare quelli più scatologici. In genere le cose che si fanno una volta perso il controllo non sono particolarmente memorabili; anzi, prima le si dimentica meglio è. Non sembrano essere d'accordo i Deer Tick, band folk-rock tra le più accreditate nel panorama americano, che questa volta tenta in tutti i modi di rovinare quanto di buono fatto finora (tra gli altri, il "Black Dirt Sessions" dell'anno scorso), con un disco di arrogante caciara, di orgoglioso infantilismo ("We're full grown men, but we act like kids" si spingono a gridare nell'iniziale "The Bump"), forse ammiccando nostalgicamente a un tempo ormai andato, come testimoniano anche le loro comparsate da tribute band dei Nirvana.

Il tempo invece passa ed è passato, e se i Deer Tick pensano che pubblicare un disco di rock'n roll radiofonico sia la cosa giusta per riconquistare la freschezza perduta, sono lontani dall'obiettivo.

(28/11/2011)

  • Tracklist
  1. The Bump
  2. Funny Word
  3. Let's All Go To The Bar
  4. Clownin' Around
  5. Main Street
  6. Chevy Express
  7. Something To Brag About
  8. Walkin' Out The Door
  9. Make Believe
  10. Now It's Your Turn
  11. Electric
  12. Miss. K

 

Deer Tick su OndaRock
Recensioni

DEER TICK

Negativity

(2013 - Arts & Crafts)
La band di Providence nel suo primo breakup album

DEER TICK

The Black Dirt Sessions

(2010 - Partisan)
Un verace bignami di Americana "professionistica" per la band di Providence

News
Deer Tick on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.