Sopor Aeternus & The Ensemble Of Shadows

Have You Seen This Ghost?

2011 (Apocalyptic Vision) | neoclassical gothic

Dietro la lunga sigla di Sopor Aeternus & The Ensemble Of Shadows si cela unicamente la mitica figura di Anna Varney Cantodea, transgender tedesco le cui prime produzioni risalgono a quasi vent'anni fa. Nonostante i numerosi album pubblicati, intorno all'artista si è creato nel tempo un fitto alone di mistero, alimentato dalla mancanza di esibizioni dal vivo e dalla ritrosia a concedere interviste.

"Have You Seen This Ghost?", secondo capitolo di una trilogia basata sul tema degli spettri, è un album complesso, barocco, eccessivo come il suo autore. La musica di Anna Varney trabocca di elementi neoclassici ed è strutturata come un'opera sinfonica, pur rimanendo evidentemente legata all'estetica dark-wave
Una lunga ouverture, dove vengono mischiati violini rituali e tastiere sintetiche, accompagna lentamente l'ascoltatore a "One Day My Prince Will Come", canzone che racchiude in sé tutte le peculiarità dell'album: a nenie infantili e carillon inquietanti si alternano pompose partiture orchestrali di archi e fiati, le quali sottolineano egregiamente i momenti di maggior pathos. Questa musica ha il grande pregio di essere senza tempo, perché amalgama elementi di diverse epoche, alternando clavicembali medievaleggianti a rigide drum machine, archi ottocenteschi a gelidi synth. 
Su tale tappeto sonoro Anna Varney canta, anzi recita, storie di disperata solitudine, di amori mai corrisposti, e di un'anima femminile irrimediabilmente imprigionata nel corpo di un uomo. Così come la parte strumentale, anche il cantato dell'artista teutonico è teatrale e ricco di sfaccettature, quasi una trasposizione per ascoltatori dark dell'inquietante giudice del "The Trial" watersiano.

Pur sostanzialmente simile a tutti gli altri lavori recenti targati Sopor Aeternus, "Have You Seen This Ghost?" è un'opera sofisticata e granitica, che ha il pregio di eccedere negli arrangiamenti e nella ricercatezza strumentale senza mai oltrepassare il confine con il borioso e il kitsch.
 
Commenta il disco sul forum



(28/11/2011)

  • Tracklist
  1. I Don't Believe In Ghosts
  2. One Day My Prince Will Come
  3. Cornucopia d'Amour (Füllhorn Der Liebe)
  4. Sleep
  5. Hello
  6. At The Stroke Of Midnight Gently
  7. Starlight Seen Through Veils Of Tears
  8. Powder
  9. Angel Of The Golden Fountain
  10. Where The Ancient Laurel Grows
  11. I Fell For One (Who Loved Me Not)
  12. Holding Out For A Hero
  13. The Hours Of Sadness

 

Sopor Aeternus & The Ensemble Of Shadows su OndaRock
Recensioni

SOPOR AETERNUS & THE ENSEMBLE OF SHADOWS

Mitternacht

(2014 - Apocalyptic Vision)
Il ritorno di Anna Varney, a un anno da "Poetica", tra melodramma orchestrale e oscurità darkwave ..

SOPOR AETERNUS

Poetica - All Beauty Sleeps

(2013 - Apocalyptic Vision)
La particolarissima "poetica" di Anna Varney Cantodea, enigmatica/o androgino dalle fattezze macabre ..

Sopor Aeternus & The Ensemble Of Shadows on web