Trail Of Dead

IX

2014 (Richter Scale / Superball Music) | alt-rock

Dopo qualche sbandatina di troppo, due anni fa l’ottimo “Lost Songs” riportò i Trail Of Dead verso le sfuriate post-hardcore degli esordi. Fu un disco accolto in maniera molto positiva da critica e pubblico, tutti felici di riascoltare brani con il dono della sintesi, nei quali i fragori e l’urgenza prendevano di nuovo il sopravvento sui deragliamenti simil-prog. Anche “IX” resta su quella falsa riga, anche se in maniera meno devastante, ricercando i giusti equilibri fra le diverse anime sonore della formazione texana.

Il nuovo lavoro della band di Conrad Keely e Jason Reece (il nono full-length in studio, da cui il titolo) regala una manciata di composizioni di buon livello, alternando andature al fulmicotone con slanci più rotondamente avvolgenti. È un menù già visto, che i Trail Of Dead sanno però ogni volta presentare in maniera sapiente, senza annoiare, affiancando (come consuetudine) elettricità e raffinatezze, sempre all’insegna dell’epicità e del pathos emozionale.

Non mancano i classici assalti frontali che caratterizzarono le opere migliori del gruppo, e in tal senso il momento superlativo prende le sembianze di “A Million Random Digits”.
Ma più che nelle manifestazioni alt-rock, sempre potenti ma stavolta un po’ troppo “controllate” (le pur egregie iniziali “The Doomsday Book” e “Jaded Apostles”), gli episodi più intriganti arrivano in corrispondenza delle tracce dove è la melodia ad avere la meglio, come nella magistrale sequenza “Lie Without A Liar”/ “The Ghost Within”, praticamente un brano diviso in due parti.

Tutto il resto galleggia alla perfezione, e gira a meraviglia, con l’unica pecca rintracciabile nel fatto che dentro “IX” i Trail Of Dead non riescono a dire e a fare assolutamente nulla di nuovo, tendendo a ripetere pedissequamente sé stessi.
Realizzano tutto benissimo, ma senza alcuno spunto che possa far gridare al miracolo. Se siete dei loro fan intransigenti, tutto sommato vi andrà benissimo anche così.

(06/11/2014)

  • Tracklist
  1. The Doomsday Book
  2. Jaded Apostles
  3. A Million Random Digits
  4. Lie Without A Liar
  5. The Ghost Within
  6. The Dragonfly Queen
  7. How To Avoid Huge Ships
  8. Bus Lines
  9. Lost In The Grand Scheme
  10. Like Summer Tempests Came His Tears
  11. Sound Of The Silk
Trail Of Dead su OndaRock
Recensioni

TRAIL OF DEAD

X: The Godless Void And Other Stories

(2020 - Inside Out)
Alt-rock, britpop e post-hardcore segnano il ritorno dopo 5 anni della creatura di Jason Reece e ..

CONRAD KEELY

Original Machines

(2016 - Superball)
L'eclettico esordio firmato dal leader dei Trail Of Dead

TRAIL OF DEAD

Lost Songs

(2012 - Richter Scale / Superball Music)
Assalti al fulmicotone e testi indignati nel miglior disco della band texana dai tempi di "Tags, Source ..

TRAIL OF DEAD

Tao Of The Dead

(2011 - Richter Scale / Superball Music)
Continua il percorso virtuoso della band di Austin, stavolta con un approccio in apparenza più ..

TRAIL OF DEAD

The Century Of Self

(2009 - Richter Scale)
Fra sonicità e reminescenze prog, la band di Austin torna in carreggiata

TRAIL OF DEAD

So Divided

(2006 - Interscope)

TRAIL OF DEAD

Worlds Apart

(2005 - Interscope/ Polydor)

TRAIL OF DEAD

Source Tags & Codes

(2002 - Interscope)
Il terzo fatidico album della band texana è anche il suo capolavoro assoluto

News
Trail Of Dead on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.