Haxel Garbini

Uri

2015 (Snowdonia) | instrumental, modern creative

Dopo alcune esperienze di gruppo, il genovese Haxel Garbini pubblica i primi brani come autore solista, alcuni comparsi anche su compilation: il post-rock lisergico di “I girini esplodono al sole”, il folk mutante di “Salita Brasile” e “Chewing-Gum”. Altri esperimenti compaiono nel suo primo album “Uri”, e per Garbini è l’occasione per mostrare anche un ordine o comunque un comun denominatore, una cupezza tutta atmosferica.

“Lago peloso” è un solfeggio ciclico deformato e scandito da una plumbea distorsione elettronica. A volte l’esercizio suona come un frammento esausto del “Drumming” di Steve Reich (lo scampanio di “Morto in un fienile”), o come un messaggio alieno che giochicchia con i cori barbershop vecchio stile (“Estate 1984”). Più complessa e libera dalla logica dei loop è “Emergere-Fluttuare”, un misto illusionistico di rigurgiti cavernosi e risonanze tibetane (ma a metà l’atmosfera si rischiara del tutto in uno strimpellio primaverile).

Solo due i momenti relativamente cacofonici, l’irta cadenza di chitarra Hendrix-iana “Film sulla psicocinesi”, con calcato ritocco elettronico, e “Saponificazione”, un continuum siderale di stridori elettronici con sottofondo di terremoti.
I brani che deviano dal parametro dell’oscurità sono stereotipati, gradevoli alla meglio: il valzer folk di “Inundata”, e soprattutto il sofficissimo acquarello di vocoder post-Kraftwerk di “Dobbiamo scappare”.

Garbini incarna romanticamente la figura dello sperimentatore italico minimalista, disinteressato alle definizioni di genere e appassionato solo di timbri e delle loro possibilità. Con qualche accorgimento - l’uso dello stetoscopio al posto del microfono - liofilizza impressionismo ed espressionismo in un discorso sciatto, anti-spettacolare, fatto di gesti più che di note. Un buon ventaglio che ha un tallone d’Achille, anzi due, è incompiuto, e lo ribadisce episodio dopo episodio. Edito solo in vinile trasparente.

(09/08/2015)

  • Tracklist
  1. Lago peloso
  2. Morto in un fienile
  3. Inundata
  4. Emergere-Fluttuare
  5. Estate 1984
  6. Estate 1984 (ripresa)
  7. Film sulla psicocinesi
  8. Sempre lo stesso ragno
  9. Urli domati
  10. Saponificazione
  11. Dobbiamo scappare
  12. Fa più male del bere
Haxel Garbini on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.