Kerridge

Always Offended Never Ashamed

2015 (Contort Records) | industrial-techno, dark-ambient

Opera seconda per il produttore inglese, “Always Offended Never Ashamed” porta il mix di techno, post-industrial, ambient-drone e noise del precedente “A Fallen Empire” a un livello superiore, grazie a una maggiore incisività del suono e a una scrittura più equilibrata.

Il disco, che inaugura la Contort Records (etichetta che Kerridge ha fondato insieme alla moglie), è uno spazio d’indagine dove la manipolazione delle sorgenti sonore (anche della stessa voce, fino al metafisico lamento androide che troneggia nel baratro scurissimo di “TRN5”) mantiene sempre intatto un senso di opprimente fisicità, spia fondamentale di un profondo sentire techno-apocalittico. Un sentire che mai come in questi solchi il Nostro riesce a dominare calibrando pulsioni e smarrimenti, tensioni enigmatiche e angosce più o meno sfuggenti, passando in rassegna tessuti marziali attraversati da ruvide esalazioni (“DAYT”), implosioni psichiche sfibrate da colpi secchi o sostenute da volute sinfoniche che sanno di gelida malinconia (“WOSN”), frequenze ad alto voltaggio e congegni meccanici che saturano lo spazio d’ascolto percorrendo sentieri psichedelici (“NCV”), fino all’incedere singhiozzante di “WIAGW”, che trasforma l’Ebm in un affare cibernetico.

Quanto alla tortura “statica” di “MPH”, eccoci alle prese con uno scenario claustrofobico dove l'alterazione delle timbriche e delle dinamiche genera la partitura più erotica di un disco imperfetto ma fascinoso.

(16/05/2015)

  • Tracklist
  1. GOFD
  2. MPH
  3. DAYT
  4. TRN5
  5. WOSN
  6. NCV
  7. WIAGW

Kerridge on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.