Date At Midnight

Songs To Fall And Forget

2016 (Manic Depression) | darkwave, post-punk, gothic rock

Zurigo, 5 febbraio 1916. Veniva fondato il Cabaret Voltaire e con esso Dada, avanguardia artistica tra le più rilevanti del XX° secolo, la più citata da registi, artisti, musicisti - tra i quali anche i romani Date At Midnight, che un secolo dopo hanno pubblicato il loro nuovo album "Songs To Fall And Forget" su Manic Depression, per la quale il loro vero e proprio esordio sulla lunga distanza, dal titolo "No Love", aveva visto la luce nel 2011.

Il motivo di questa premessa è semplice e non casuale. Il loro videoclip per l'opener "Cold Modern World" è il risultato di un'operazione di collage di spezzoni tratti dalla filmografia Dada, un universo che in qualche modo ebbe un'influenza sull'immaginario "dark". Hans Richter, Francis Picabia, Marcel Duchamp e Man Ray sono tutti presenti nel video. Artisti che, nel loro voler distruggere/ricomporre l'esistente, hanno creato qualcosa di nuovo. Artisti che hanno manifestato attraverso il loro lavoro il disagio verso un mondo di cui, al contrario dei Futuristi, non apprezzavano le dinamiche, ed è lo stesso disagio manifestato da questa formazione romana.

A scanso di equivoci, questo non è un excursus sull'argomento ma un punto di partenza per parlare di una band, capitanata da Daniele De Angelis e Pasquale Vico, che in cinque anni ha subito un chiaro processo di maturazione. L'elemento che salta subito all'orecchio è quello vocale: quello che, nel disco precedente, era un timbro vocale di ispirazione deathrock è mutato in una direzione più gothic-darkwave. Profonda e baritonale, non si discosta dai classici del genere.

Musicalmente l'album è molto solido, senza essere monolitico né ripetitivo. Al contrario, alterna momenti molto differenti, perlomeno nei primi brani, per poi uniformarsi nel finale perdendo un po' di verve.
Brano diretto quanto impeccabile da tutti i punti di vista è il già citato "Cold Modern World", la critica di musicisti che riaprono così il sipario di un universo di stampo gotico, di cui tutto l'album è pervaso. "Black Ashes" è un pezzo ben più irruente e deciso, veloce e incisivo, pregno di una attitudine fortemente post-punk nell'accezione più vicina al passato. Gli accordi di "Dust" ricordano in qualche modo gli Ash Code, che a loro volta omaggiano gli anni 80, con una solidissima sezione ritmica a reggere un riffing intriso di spleen.

"Running 'round" mette momentaneamente da parte le distorsioni e ci trasporta in una dimensione quasi agreste, con un riffing acustico che odora di malinconia. I restanti brani si mantengono su un livello piuttosto alto, alternandosi tra lente escursioni darkwave "Waves" e "The Virgin Light" e brani lenti ma non eccessivamente, classici episodi molto vicini al gothic-rock come "Last Call" e la conclusiva "Follow".

In definitiva, i Date At Midnight sono una realtà che, intelligentemente, declina la propria formula a seconda del brano, ora più vicino alla wave, ora a un punk venato di tinte oscure. I romani hanno studiato molto bene la lezione degli anni Ottanta e non se ne discostano affatto, ma hanno anche recuperato un universo artistico che sta tornando all'attenzione di molti (Teho Teardo ha recentemente composto colonne sonore per alcuni film Dada e forse i Nostri ne sono rimasti affascinati). Il messaggio è chiaro sin dal titolo e dall'artwork della copertina. Come affermava Oscar Wilde, "l'unico modo per resistere alle tentazioni è cedervi".

(31/07/2016)

  • Tracklist
  1. Cold Modern World
  2. Beautiful Lie (Let It Die)
  3. Dust
  4. Black Ashes
  5. Running 'Round
  6. Fading Into...
  7. Waves
  8. To Fall And Forget
  9. Tonight
  10. The Virgin Light
  11. Last Call
  12. Follow
Date At Midnight su OndaRock
Recensioni

DATE AT MIDNIGHT

No Love

(2011 - Manic Depression)
Il death-rock americano e britannico si incontrano nel nuovo lavoro della band capitolina

Date At Midnight on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.