Deutsch-Amerikanische Freundschaft

Nur Noch Einer

2021 (Grönland) | ebm, minimal

Un anno e mezzo fa ci lasciava Gabi Delgado, l'insostituibile frontman dei DAF (acronimo di Deutsch Amerikanische Freundschaft), personaggio molto influente all'interno della cosiddetta Neue Deutsche Welle oltre che padre spirituale di quella körpermusik in procinto di trasformarsi, da lì a breve, in Electro Body Music (merito dei Front 242).
Tuttavia, su "Nur Noch Einer" non c'è più spazio per la fatica o per il sudore (come era accaduto nel 1981 sulla copertina del seminale "Alles Ist Gut"), perché oggi c'è un grande amico da celebrare e il collega di mille battaglie Robert Görl lo ha voluto ricordare con estrema sensibilità, regalandogli un momento di pace e di dolcezza (sulla cover, quello sguardo d'intesa tra i due protagonisti è uno squarcio di luce dai mille significati).

Gabi Delgado sapeva di questo album, non a caso i due musicisti avevano ripreso in mano il destino discografico dei DAF poco prima del triste commiato: molti spunti qui presenti provengono addirittura dagli anni Ottanta, da alcuni nastri ritrovati o da vecchie registrazioni rimaste ancora inedite nel cassetto di Görl. In studio, però, ci è andato soltanto lui, con l'idea di far rivivere lo spirito di Gabi anche sostituendolo al microfono. Sotto questo punto di vista, Robert Görl aveva già compiuto un mezzo miracolo (seppur con l'ausilio della musa Annie Lennox) con l'esperienza solista di "Night Full Of Tension" (1984).

"Nur Noch Einer" è dunque un racconto fatto musica, un vecchio libro di ricordi dove vengono celebrati gli incontri più importanti: "Ein Kind Aus Dem Ratinger Hof" rende onore al luogo nel quale i DAF presero forma in quel di Düsseldorf, mentre "Holland Road" ripercorre i primissimi anni del duo a Londra, quando il loro sound sperimentava in lungo e in largo prima di essere messo definitivamente a fuoco con il succitato lavoro del 1981.
Davanti all'importanza simbolica di "Nur Noch Einer", il resto passa quasi in secondo piano, incluse quelle tracce strumentalmente valide come "Im Scatten", "Wir Sind Wild" (l'essenza embrionale della body music) o "Gedanken Lesen", l'ennesimo pezzo scheletrico e ossessivo in cui aleggia silenzioso il fantasma di Gabi Delgado. È proprio in questi frangenti che si avvertono la sua mancanza, il suo carisma, la sua irruenza severa e marziale capace di penetrare fin sotto la pelle. Allora bisogna per forza di cose focalizzarsi sul minimalismo esasperato di marca Görl, a tratti sopraffino ("Loslassen"), altre volte sinistro ("Es Muss Ans Licht") o addirittura straniante (il disco si apre con l'intrigante esperimento "Erste DAF Probe").

Spigolosa, rigida, per certi versi ancora stimolante, la proposta dei DAF ha ancora qualcosa da dire a oltre quarant'anni dalla sua nascita. Dopotutto, "Nur Noch Einer" altro non è che la comunione definitiva tra due forze complementari, una terrena e un'altra purtroppo non più presente fra noi. Le emozioni sono diverse, ma sono pur sempre emozioni.

(30/11/2021)

  • Tracklist
  1. Erste DAF Probe
  2. Im Schatten
  3. Kunststoff
  4. Wir Sind Wild
  5. Das Pur Pur Rot
  6. Gedanken Lesen
  7. Du Bist So Zart
  8. Ein Kind Aus Dem Ratinger Hof
  9. Loslassen
  10. Neue Welt
  11. Kein Ausweg
  12. Es Muss Ans Licht
  13. Holland Road
  14. Das Geschenk
  15. Nur Noch Einer


Deutsch-Amerikanische Freundschaft sul web