Lycia

Casa Luna

2021 (Avantgarde Music) | darkwave

Non sembra volersi arrestare il sodalizio tra i Lycia e l’Avantgarde Music, etichetta nostrana che solo poche settimane fa ha ristampato per la prima volta in vinile uno dei dischi più importanti del progetto darkwave in esame, quel “Ionia” uscito esattamente trent’anni fa (quando Tara Vanflower ancora non aveva affiancato in line-up il fondatore Mike VanPortfleet)

I sei brani contenuti in “Casa Luna” non sono poi così distanti da quanto ascoltato di recente nell’ultimo “In Flickers”, un disco che alternava soluzioni più ritmate ad alcuni passaggi maggiormente dilatati, nel classico stile di questo combo originario dell’Arizona.
Sono proprio un paio di pezzi più movimentati a rendere davvero succulento il nuovo Ep; per giunta sia “Except” che “Galatea” altro non sono che due brani ripescati dal passato (1989) e mai pubblicati da Mike. In questo caso i sintetizzatori e i tappeti atmosferici prendono forma attraverso un beat ossessivo che sembra voler guidare una danza di fantasmi: se però nel primo caso siamo davanti a una composizione più ombrosa e tradizionale, con “Galatea” i Lycia trovano quella hit inaspettata in cui la melodia portante diventa puro ossigeno da respirare.

La voce eterea di Tara si affaccia timidamente nella discreta opener “A Quiet Way To Go”, per poi materializzarsi con veemenza nella sperimentale “Do You Bleed?”, una composizione in cui riemergono tutti quei morbosi retaggi goth-industrial che hanno contraddistinto alcuni frangenti della carriera della band (che si completa con la presenza di David Galas e John Fair).
Curiosa è invece la rapida parentesi semi-acustica di “On The Mezzanine”, una sorta di flamenco in salsa dark che sale di intensità nell’affascinante ma fin troppo breve epilogo, un diversivo alquanto originale che avrebbe meritato un minutaggio più corposo. La chiusura affidata a “Salt & Blood” sembra voler proseguire questo discorso, pur lasciando spazio al carattere puramente sovrannaturale dei Lycia, quello che emerge anche dall’immagine della cover (una fotografia scattata proprio dalla Vanflower).

Se dunque da un lato “Casa Luna” suona quasi come un’appendice del precedente “In Flickers”, non mancano altresì dei nuovi spunti orientati verso ulteriori contaminazioni. Sei pezzi di qualità che ancora una volta penetrano nell’anima.

(21/05/2021)

  • Tracklist
  1. A Quiet Way To Go
  2. Do You Bleed?
  3. Except
  4. On The Mezzanine
  5. Galatea
  6. Salt & Blood
Lycia su OndaRock
Recensioni

LYCIA

In Flickers

(2018 - Projekt)
Torna la cult-band della darkwave statunitense con un disco edito dalla Projekt di Sam Rosenthal

LYCIA

A Line That Connects

(2015 - Handmade Birds)
I veterani della darkwave Usa si dotano di nuove sonorità, senza abbandonare le loro radici

LYCIA

Quiet Moments

(2013 - Handmade Birds)
Tra l’isolazionismo più cupo e l’estetica romantica della solitudine, il ritorno dei ..

LYCIA

Tripping Back Into The Broken Days

(2003 - Projekt)
Torna il progetto del chitarrista Mike Van Portfleet

Lycia on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.