Scaring The Mice For Revenge

Scaring The Mice For Revenge

2022 (Prohibited) | jazz

Musicisti di estrazione rock che suonano improvvisando. Neanche fossero jazzisti. C’è chi urla allo scandalo, e chi apprezza la fantasia di quattro amici che si ritrovano dopo tanti anni.
Shane Aspegren e Jérôme Lorichon hanno suonato insime nei Berg Sans Nipple, tra i best kept secret del jazz-rock d’oltralpe. Nicolas Laureau e Quentin Rollet sono stati due colonne portanti dei Prohibition, tra i gruppi più fantasiosi dell’underground transalpino.

Insieme i quattro musicisti francesi improvvisano su temi che sembrano nati per rievocare lo spirito Pharoah Sanders e Alice Coltrane: sitar, oscillatori, percussioni e il sassofono di Rollet amalgamati insieme in cinque danze ancestrali che potrebbero durare un’eternità. Jazz-rock spirituale che trova nella sensibilità di quattro navigati musicisti la propria ragion d’essere.

Ognuno dei musicisti protagonisti, durante le registrazioni di “Scaring The Mice For Revenge”, si mette al servizio del suono collettivo del disco: così il sitar guida le melodie mentre il sassofono si lancia in assolo che trasportano in dimensioni spirituali. Le cinque tracce in scaletta sono cucite insieme senza soluzione di continuità e mostrano un gruppo di amici capaci di dar voce a una visione comune.

(20/09/2022)

  • Tracklist
  1. Bamboo Stick Shop
  2. Cow Face Posturing
  3. Birds Riding On Top Of Trucks
  4. A Charming Snake Pit
  5. Tsetse
Scaring The Mice For Revenge sul web