sBach

sBach

2008 (Suicide Squeeze) | hardrock-nintendosounds

Spencer Seim è un chitarrista originale e creativo, un tocco lesto e una predisposizione al riff tagliente ne fanno un musicista capace di elaborare ed eseguire con originalità partiture complesse e bizzarre.
Gia componente degli Hella e batterista negli The Advantage, Spencer con il progetto sBach concentra la sua attenzione sulle infinite possibilità di cross-over tra elettronica e chitarra rock con un risultato straniante.

La rinuncia a una scrittura più organica dei pezzi (undici tracce senza titolo) e un eccessivo effetto-videogame evidenziano subito il limite del progetto. Altro elemento disgregante è la forsennata e criptica sezione ritmica, che annulla le differenze stilistiche presenti nell’album, rendendo l’ascolto frustante e faticoso.
I riff heavy della breve traccia 1 che si sviluppano nella traccia 8, insieme alla giocosa e irriverente traccia 7, condensano al meglio i due aspetti della proposta musicale di Spencer Seim, ovvero un suono in bilico tra hard-rock ed elettronica da intrattenimento.
Non mancano richiami al pop melodico, che rendono la traccia 6 la più immediata e riconoscibile, mentre il tentativo di modulare su toni elettronici e industrial nella traccia 5 sono irritanti e ostentano l’approccio troppo heavy del musicista che, in cerca dell’effetto sorpresa, perde il filo del suono arenandosi in un kitsch di scarso fascino.

A voler essere sinceri, l’unico brano (oltre alla già citata traccia 6) dove la creatività di Seim raggiunge un climax è la traccia 2, per il resto dell’album si assiste a un agglomerato di buone idee suonate con troppa grinta e poca classe. La traccia 12 che chiude l’album sembra concentrare tutta la inconsistenza del progetto: una serie di suoni scomposti che bramerebbero evocare musica sperimentale e rock, ma si riducono a una serie di spennacchi inutili e arroganti.
Troppo spesso i musicisti dotati di buona tecnica non sono capaci di elaborare un progetto che vada al di là dell’onanismo sonoro. Spencer Seim non mostra di avere la capacità di andare oltre l’effetto sorpresa e fa rimpiangere le sue performance più misurate e congeniali nel gruppo degli Hella.

(17/01/2009)

  • Tracklist

1. 1

2 .2

3. 3

4. 4

5. 5

6. 6

7. 7

8. 8

9. 9

10. 10

11. 11

12. 12

13. 13
sBach on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.