Landhaus

Darker City Lights

2009 (Orlandofilm)
songwriter, alt-rock

Il grunge esistenziale di Matteo Landò riprende slancio dopo Wakin’ Fall, con il nuovo moniker di Landhaus, il cui primo parto è “Darker City Lights”. La vera novità di “Daker City Lights” è il fervore ritmico che alimenta il suo rammodernato folk-rock. “Number One”, l’afonia di “Inside Out” e “Sliding Well” lo iscrivono umilmente persino dalle parti del Neil Young della depressione. Eppure, lievi anomalie cromatiche gestiscono al meglio i suoi motivi insistenti, tanto il synth filarmonico di “Let Me Know”, con linea melodica Kinks-iana, “Maybe”, e la slide urlante in “We Wanted”.
La scrittura cupa dell’albo, in trasparenza con un’autoanalisi atmosferica, smanaccia tocchi nevrotici (ma non troppo) e indi li calibra con ossequio tradizionalista. Schiettamente arguto. Comprimari (Stefano Spina e Niky Collu, ma anche Stefano Conforti e Lorenzo Corti) apprezzabili.

22/01/2010

Tracklist

  1. Number One
  2. All Waving
  3. Let Me Know
  4. Inside Out
  5. Sunday Morning
  6. Sliding Well
  7. Maybe
  8. We Wanted
  9. What’s Wrong
  10. Wahy Should I Care?

Landhaus sul web