Enrico Falbo

Canti Silvani

2010 (Autoprodotto) | modern classical, folk

Il polistrumentista campano Enrico Falbo (già nelle fila dei Lamia e attualmente ne Il Cielo di Bagdad) con i suoi autoprodotti “Canti Silvani” realizza pressoché in solitaria un interessantissimo poemetto sonoro in bilico tra tentazioni cameristiche e un sinfonismo acustico dai contorni cinematografici, sullo sfondo di un recupero deciso di retaggi folclorici. Servendosi di una variegatissima strumentazione (che da corde assortite arriva a suoni più esotici) le composizioni raccontano l’universo ossianico di forze naturali e primigenie, permeate da un oscuro paganesimo silvestre, che oscilla costantemente tra orfismi medievali e fragranze mediterranee. Il risultato somiglia a un lungo mantra iniziatico e ad un delicatissimo rituale conoscitivo che dai Dead Can Dance arriva all’attualità di Efterklang, Dirty Three, Sigur Rós o Balmorhea.

(25/10/2010)

  • Tracklist
   1. Canti Silvani
   2. Viaggio verso Zora
   3. Henosis
   4. Valzer Stellare
   5. Canto elfico dell’aurora
   6. La solitudine è vento
   7. Fabula di Orfeo
   8. Espiazione della Luce
   9. La danza delle fate
  10. Overture del Non- Ritorno
Enrico Falbo su OndaRock
Recensioni

ENRICO FALBO

Tranceformer

(2017 - Vulpiano)
L'ambiziosa traversata del musicista campano

Enrico Falbo on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.