Fran Healy

Wreckorder

2010 (Wreckord Label) | songwriting, pop

Prima prova solista per Fean Healy, dopo i sei dischi pubblicati con i Travis, nei quali è sempre stato l'unico autore delle canzoni. Questi dieci brani riprendono piuttosto fedelmente le caratteristiche della maggior parte dei dischi del gruppo madre, ovvero propongono canzoni atte a far vivere all'ascoltatore le sensazioni proprie di malinconiche introspezioni ambientate in pomeriggi piovosi. Il timbro vocale, lo stile melodico e il tipo di emotività che caratterizza il lavoro non cambiano di una virgola rispetto al passato. L'unica differenza, peraltro prevedibile, è un suono che, invece di essere elettrico, risulta ai limiti del semiacustico, con una certa attenzione a elementi come pianoforte, archi o la voce femminile di Neko Case in "Sing Me To Sleep". L'ispirazione melodica è comunque buona e non si perde nel corso del disco, e anche gli arrangiamenti sono sempre ben costruiti.

L'ascolto, in definitiva, è piacevole, ma "Wreckorder" ha anche un rovescio della medaglia di cui non si può non tener conto. Il disco, infatti, non mostra nulla di più rispetto a quanto Healy è già stato in grado di fare, né stilisticamente né qualitativamente, e rischia, quindi, di essere visto più come un passaggio interlocutorio che come una tappa realmente significativa del percorso artistico dell'autore.

(30/12/2010)



  • Tracklist
  1. In The Morning
  2. Anything
  3. Sing Me To Sleep
  4. Fly On The Ointment
  5. As It Comes
  6. Buttercups
  7. Shadow Boxing
  8. Holiday
  9. Rocking Chair
  10. Moonshine
Fran Healy on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.