Moondoggies

Tidelands

2010 (Hardly Art) | folk-rock, alt-rock

Con un certo ritardo, rispetto all'uscita negli States, avvenuta ormai mesi fa, arriva in Italia il secondo disco dei Moondoggies, "Tidelands". Nel grande calderone del folk-rock a stelle e strisce, quello della band di Seattle pare uno dei pi¨ timidi e inoffensivi, che scorre via lungo le dieci tracce del disco senza mai mostrare un lampo identitario, una scossa di personalitÓ. Atmosfere ruspanti, pi¨ elettriche di compagni di viaggio come Deer Tick e Low Anthem, spesso e volentieri i Nostri la buttano sulle sensazioni "di pancia" di valzer di una grezza emotivitÓ springsteeniana, senza riuscire a ispirare, nel contempo, la simpatia di un'espressivitÓ incontrollata (la title track e "What Took You So Long?"). Un disco di una chiassositÓ docile, ammaestrata, che ci si aspetterebbe da una band delle nostre parti, di scarsa esperienza, non da ormai navigati artisti americani.


(15/01/2011)

  • Tracklist
1. It's A Shame, It's A Pity
2. Tidelands
3. What Took So Long
4. Uncertain
5. Empress Of The North
6. Lead Me On
7. Down The Well
8. Can't Be In The Middle
9. We Can't All Be Blessed
10. A Lot Of People On My Mind
Moondoggies su OndaRock
Recensioni

MOONDOGGIES

Adios, I'm A Ghost

(2013 - Hardly Art)
La band di Seattle conferma le sue qualità in chiave folk-rock ma anche i suoi limiti

Moondoggies on web