Nana Grizol

Ruth

2010 (Orange Twin) | indie-pop

I Nana Grizol incutono assai poca impressione, per essere un gruppo di sei elementi che ospita la "fiatista" dei Neutral Milk Hotel e membri degli Elf Power e Music Tapes (la band è tra i prodotti del collettivo Elefant 6). "Ruth" segna il loro ritorno sulle scene dopo l'esordio, datato 2007. Quest'ultimo lavoro suona come l'ennesimo rimpasto delle stesse convenzioni indipendenti della scena americana: una certa atmosfera da educata festa corale ("Gave On"), sgangherature à-la Pavement, cantato energico trasudante Will Sheff ("Arthur Hall"), e degli Okkervil River ci si mettono anche i fiati, sempre incombenti. Ballate sognanti ma inoffensive ("Atoms"), cartoline dal mondo delle migliaia di Juno di provincia.
Un'altra uscita immersa nel mondo del DIY e dello sviluppo sostenibile (i Nana Grizol finanziano un progetto di riqualificazione naturale) ma a mancare, in questo bailamme di buoni propositi, è proprio la musica.

(20/01/2010)

  • Tracklist
1. Cynicism
2. Galaxies
3. Blackbox
4. Atoms
5. Gave On
6. Grady and Dubose
7. From Here
8. Alice and Gertrude
9. Arthur Hall
10. For Things that Haven't Come Yet
11. Sands
Nana Grizol su OndaRock
Recensioni

NANA GRIZOL

Ursa Minor

(2017 - Orange Twin)
L'inatteso ritorno della band di Athens

Nana Grizol on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.