Colorama

Good Music

2012 (AED) | pop

“Good Music” è l’ennesimo tassello di una carriera creativamente felice per i gallesi Colorama: il loro pop bagnato nelle lande morbide della psichedelia e del folk pastorale è ricco di disincanto e poesia, ma anche di ironia e malcelata malinconia. Il brillante “Box” del 2010, nonostante i commenti entusiastici di Edwyn Collins, non ha modificato le sorti del gruppo, e l’intervento dell’ex-Orange Juice nella produzione del loro ultimo album non sembra destinato a incrementare il loro cult status, il che è un vero peccato.

L’eclettismo del leader Carwyn Ellis si sposa con l’abilità di Collins nel mettere a fuoco ogni brano di “Good Music”, collocando definitivamente la loro musica nell’underground del pop psichedelico, e realizzando un perfetto archetipo indie-pop. Più sporca e ballabile, la musica vira velocemente dal rhythm & blues allo ska senza perdere corpo: lo scheletro delle composizioni offre spazio a infinite soluzioni sonore, le nuance retrò sono il groove permanente di un album divertente come pochi.
Un tuffo nel beat e nell’era d’oro del mod-rock permette ai Colorama di assemblare il loro album più vario e intrigante: gli echi di twist e rock’n’roll che riscaldano l’electro-rock di “Good Music”, l’ossessivo tono vocale che trascina ska, blues e soul in un unico calderone nella corposa “Winner” e il tocco western polveroso e malsano che tinteggia le deliziose armonie della strumentale “The War Con” (quasi una citazione dei Snakefinger) sono più di quanto potreste chiedere a un qualsiasi album di pop inglese o americano.

Ma c’è più di un motivo per amare i Colorama: il gruppo gallese è capace di scrivere la canzone pop che i Belle And Sebastian non riescono a centrare da anni, ovvero la vellutata e cristallina “Why Is She”. I cinque sono tra l'altro abili nel mettersi in discussione con ironia con le atmosfere vaudeville di “Woe is Me”, conoscono i segreti della funky-disco stile Motown nella irresistibile “Old Fashioned Girl” e scavano senza timori nella psichedelia alla Doors estraendo un sinistro suono vintage-garage in “Delaware”.
Archiviato il contagioso riff r’n’b di “Do The Pump”, resta spazio per due morbide incursioni nel folk-pop con la tenue ballata pianistica “Anytime” e con la più articolata poesia di “My Predicament”, un blues svogliato e agrodolce che l’armonica tinteggia con delle piacevoli citazioni country.

In "Good Music" i Colorama rinunciano insomma per una volta alla lingua madre, ma non alla sana follia che li rende autori di un pop ricco di eccellenti vibrazioni: "good music", appunto.

(29/07/2013)



  • Tracklist
  1. Old Fashioned Girl
  2. Good Music
  3. Winner
  4. Do The Pump
  5. The War Con
  6. Why Is She
  7. My Predicament
  8. Woe is Me
  9. Delaware
  10. Anytime


Colorama su OndaRock
Recensioni

COLORAMA

Some Things Just Take Time

(2017 - Wonderful Sound)
L'inatteso omaggio del gruppo gallese al folk americano

COLORAMA

Temari

(2014 - AED Records)
Il trionfo della creatività nel pop artigianale del musicista gallese che rifiutò gli Oasis ..

COLORAMA

Llyfr Lliwio - Colouring Book

(2011 - See Monkey Do Monkey)
Fragilità naif nel pop adolescenziale dei gallesi Colorama

COLORAMA

Box

(2010 - See Monkey Do Monkey Ltd)
Profumo di psichedelia e folk nelle deliziose undici tracce del geniale gruppo gallese

Colorama on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.