Hermetic Brotherhood Of Lux-Or

Ethnographies Vol. 2

2012 (Trasponsonic) | post-punk rituale

La Sardegna non è solo la terra di conquista e vacanza di ricchi con panfilo, donnine succinte e gossip vari. Questa immagine la si lascia volentieri, ahinoi, ai vari tg scandalistici, preferendo invece qui evidenziare come questa sia una terra rigogliosa di misteri, cultura e rituali antichi.
Il suo folklore artistico-musicale dei tanti Tenores ha sicuramente catturato l'interesse non solo tra i cultori della world music, ma anche tra un pubblico più allargato. Questo aspetto, però, è solo uno dei molteplici che caratterizza questa magnifica regione. Ad esempio, nell'entroterra nord-ovest dell'isola c'è la piccola città di Macomer, circondata da un paesaggio collinare e montuoso, selvaggio e seducente.
Proprio in questa area opera un collettivo di musicisti assai particolari che ruotano intorno alla Trasponsonic, collettivo e label attivi in ambito di musica esoterica, post-punk, industrial, avantgarde. Maqom, Hameloh, India Von Halkein, Andrea Porcu, Campostorto e numerose altre sigle caratterizzano le pubblicazioni di questa etichetta dalla qualità mediamente alta e che sono autentico culto per chi le ha scoperte e apprezzate.
Alcuni di questi nomi poi convergono in un ulteriore progetto denominato Hermetic Brotherhood Of Lux-or, una sorta di "all stars" della label che unisce le proprie forze creative per una celebrazione industrial, post-punk e noise.

"Etnographies Musèe De l'Homme Hermetique" ne è il risultato, e ora giunge al suo secondo volume, definito dagli artisti coinvolti come "due nuovi capitoli della saga pagano cosmica: il Deserto e le Fabbriche". Anche questo nuovo episodio si compone di due ben distinti cd, rispettivamente intitolati "Jesus and John Wayne" e "And Justice For Hollywood".
Il primo è un dilatato corpus di quattro lunghe tracce dove i grandi spazi dei propri campi vanno a coincidere idealmente con quelli del western quanto con quelli in cui predicava il Messia. Sono anche terre che il cinema ha ripreso nei colossal religiosi e di cowboy, dunque un immaginario che si bilancia tra realtà e finzione, musicalmente tradotto con un'ambient molto scura, fatta di distorsioni laviche, loop campionati ossessivi, fiati impazziti, voci effettate e che recitano litanie sacre. Sembra proprio di ascoltare gli Skullflower di "Obsidian Shadex Codex" o "Carved In Roses", ossia quegli episodi della band inglese in cui, all'irruenza ipnotica degli esordi (vicina ai Loop), si preferivano abrasivi quanto slabbrati mantra elettrici. Non mancano anche episodi che fanno pensare all'ossessione acustica di Michael Gira nel suo progetto The World Of Skin, proprio per dannazione e trasporto emotivo.

Il secondo disco contiene invece brani dalla violenza più furiosa, scuola primi Cindytalk, grazie a saturazioni elettriche ed elettroniche che incontrano una batteria più martellante che percussiva, rendendo così gli episodi più lanciati, proprio come una fabbrica industriale in piena attività.
Ad essere evocato è il sogno americano, che però ben presto si tramuta in incubo e le sue ideali stelle e lustrini diventano saette che tagliano e fanno sanguinare. Hollywood come sinonimo di decadenza, di illusione che invece nasconde perversione e violenza fisica quanto psicologica.

Gli Hermetic Brotherhood Of Lux-Or sono una preziosa testimonianza di una società al tramonto, che deve trovare una sua salvezza nel proprio passato più ancestrale, un viaggio di purificazione che passa anche attraverso una dura espiazione.
Ma se il sacrificio è anche questo ascolto musicale, allora ben venga tale purgatorio.

(03/05/2012)

  • Tracklist

Cd 1 (Jesus And John Wayne)

  1. Hyperion Sunset
  2. HydrogenWhiskey
  3. Gravity Sucks
  4. Orbitronio


Cd2 (And Justice For Hollywood)

  1. Azure Acedia
  2. Violet Superbia
  3. Orange Gula
  4. Red Ira
  5. Blue Luxuria
  6. Green Invidia
  7. Yellow Avaritia
Hermetic Brotherhood Of Lux-Or su OndaRock
Recensioni

HERMETIC BROTHERHOOD OF LUX-OR

Ethnographies Vol. III

(2017 - Trasponsonic)
Il collettivo di Macomer chiude il ciclo delle etnografie sonore con un oscuro rituale tra post-industrial ..

HERMETIC BROTHERHOOD OF LUX-OR

Anacalypsis

(2016 - Boring Machines)
Il progetto di punta di casa Trasponsonic alla costante ricerca del suono primordiale

Hermetic Brotherhood Of Lux-Or on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.