Angel

Terra Null.

2014 (Editions Mego) | electroacustic drone-noise

Il nuovo capitolo della saga Angel (Ilpo Väisänen e Dirk Dresselhaus aka Schneider TM i responsabili) vanta la collaborazione, oltre che della ormai solita Hildur Guðnadóttir (qui presente nei primi tre movimenti con il suo violoncello e la sua voce), del sassofonista e claronista di origine argentina Lucio Capece.

Il risultato complessivo di “Terra Null.” si discosta da quanto avevamo ascoltato sul precedente “26000”, producendosi in escursioni elettroacustiche in cui, naturalmente, la manipolazione è momento fondante della generazione di astrazioni sonore. “Naked Land”, in apertura, si lascia cullare dagli screzi acustici del violoncello e della chitarra, che aleggiano dentro una delicata nebulosa dronica, via via sempre più convinta di essere una massa amorfa di sonorità, echi e riverberi in continua evoluzione e deformazione.
Nella sua inesorabile ascesa, questi primi ventisei minuti finiscono per produrre un’esperienza di stratificazione acustico-elettronica mediamente interessante. Se ne apprezza il gioco di sfumature e l’architettura delle dinamiche, ma probabilmente qualche sforbiciata qua e là avrebbe reso il tutto più incisivo. Squarci di umanità (nello specifico, sommesse intonazioni vocali, quasi degli Om trascendentali) s’insediano, invece, tra le vibrazioni paranoiche di “Monolake”, un cupo sudario di “statica” vertigine.

Le cose iniziano a farsi più intriganti quando i fiati di Capece ampliano lo spettro delle possibilità. Ecco quindi che, se “Colonialists” si abbandona in un continuum cosmodronico discendente, “Quake”, passando attraverso silenti perlustrazioni, fa toccare al disco il suo punto di massima potenza timbrica e visionaria, lasciando viaggiare in parallelo strenui barriti di sax e un magma incandescente fatto di frequenze disturbate, droni stridenti e squarci abrasivi.

(08/10/2014)

  • Tracklist
  1. Naked Land
  2. Monolake
  3. Colonialists
  4. Quake
die ANGEL su OndaRock
Recensioni

DIE ANGEL

Yön Magneetti Sine

(2018 - Edition Telemark / MirrorWorldMusic)
Le notti bianche finlandesi si rivestono d'inquietudine nei soundscape post-industriali di Väisänen ..

ANGEL

26000

(2011 - Editions Mego)
Il nuovo capitolo della discografia del progetto di Ilpo Väisänen e SchneiderTM

ANGEL

Kalmukia

(2008 - Editions Mego)
Un ensemble d'eccezione per una grande prova d'esordio

ANGEL

Hedonism

(2008 - Editions Mego)
Secondo disco nel 2008 per l'ensemble di "Kalmukia"

Angel on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.