The White Birch

The Weight Of Spring

2015 (Glitterhouse) | slow-folk, chamber-folk, sadcore

La carriera di Ola Fluttum prima dello scioglimento de The White Birch, avvenuto 8 anni e mezzo fa, era già stata caratterizzata da un progressivo addolcimento, una riscoperta della contemplazione dell’uomo e della natura dopo qualche breve accesso di rabbia giovanile: dalle convulsioni di “People Now Human Beings” alle note più melodiche, quasi pop di “Come Up For Air”, passando per il manifesto intransigente di “Star Is Just A Sun”.
Sfruttando le conoscenze e le esperienze portate avanti nello iato del gruppo, in cui si è dedicato alla composizione di colonne sonore, Ola conferma tutto ciò con un nuovo disco, “The Weight Of Spring”, in cui nondimeno offre un nuovo lato della sua espressione artistica.

Coadiuvato da musicisti e compositori “classici”, il cantautore norvegese celebra una rinascita che porta con sé l’ombra della morte che l’ha resa possibile, tra cupe processioni spettrali al pianoforte (“Winter Bride”) e più sereni brani corali (“Lament”). I numerosi brani strumentali raccontano così un faticoso rialzarsi, come dev’essere il lento disgelo norvegese, che raccontano anche del percorso esistenziale di Fluttum, che in questi otto anni ha perso la madre (ed ecco la dedica in “Mother”) e avuto due figli.
Si sviluppa quindi un lirismo tenue (il chamber-folk della title track), imperniato su una contemplazione “bioritmica” ed essenziale della vita (“Lay Me By The Shore”), che sfocia negli squarci di luce del brano alla Kings Of Convenience di “The Hours”.

In generale, il disco rimane comunque un po’ bidimensionale, per non dire monolitico, sul piano dell’espressività – sono molti i brani prevedibili (“Solid Dirt”) e in generale l’impressione è più quella di una colonna sonora per un film interiore che non esiste. Il racconto rimane valido, ma non c’è poi molto sul piano della scrittura per renderlo veramente interessante.

(11/03/2015)

  • Tracklist
  1. New York
  2. The Fall
  3. Solid Dirt
  4. Lamentation
  5. Winter Bride
  6. The Weight of Spring
  7. The Hours
  8. Lantern
  9. Love, Lay Me Blind
  10. Lay Me by the Shore
  11. Mother
  12. Spring
White Birch su OndaRock
The White Birch on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.