Liam Gallagher

Acoustic Sessions

2020 (Warner) | britpop

C’è poco da fare, quando parte la versione unplugged di “Cast No Shadow”, scelta per aprire questa raccolta di versioni registrate a spina staccata da Liam Gallagher, è legittimo pensare una volta di più alla scellerataggine dei fratelli di Manchester, in grado di dissipare un tesoro senza fine per dar vita a carriere soliste di modestissimo valore, almeno rispetto alle enormi aspettative del dopo Oasis. Non è un caso che loro stessi continuino a ricorrere al canzoniere comune per far brillare gli occhi dei fan e magari riaccenderne il sogno di rivederli assieme. Perché far sognare non è mai un reato perseguibile.

A pochi mesi di distanza dalla pubblicazione del secondo lavoro in solitudine, “Why Me? Why Not.”, il più giovane dei Gallagher immette sul mercato, a sorpresa, con un preavviso di un paio di giorni, otto tracce in acustico. Trattasi di versioni disadorne, ma mai tediose, nelle quali l’influenza dei Beatles emerge ancor più prepotente, basti porgere attenzione a “Alright Now” (versante McCartney) o “Meadow” (più lato Lennon). Oltre a “Cast No Shadow” (dal bestsellerMorning Glory”, 1995), dal repertorio Oasis arrivano anche la super hit “Stand By Me” (da “Be Here Now”, 1997) e la outtake del periodo “Definitely Maybe” (1994) “Sad Song”, all’epoca inclusa soltanto nella versione in vinile dell’album.

Gli altri brani sono tutti ripresi da “Why Me? Why Not.”, con “Once” presentata in ben due versioni, delle quali una ancor più spoglia, poco più di una demo. Resta completamente escluso l’esordio “As You Were” e la non brillantissima esperienza Beady Eye. Da segnalare il videoclip di “Once”, con protagonista l’ex-calciatore Eric Cantona, una leggenda del Manchester United. Da Liam, accesissimo sostenitore del City, una mossa senz’altro a sorpresa. Del resto i fuoriclasse – siano del mondo dello sport come della musica – è giusto che restino patrimonio di tutti.

(14/02/2020)

  • Tracklist
  1. Cast No Shadow
  2. Now That I've Found Yo
  3. Alright Now
  4. Sad Song
  5. Stand By Me
  6. Once
  7. Meadow
  8. Once (demo)


Liam Gallagher su OndaRock
Recensioni

LIAM GALLAGHER

Why Me? Why Not.

(2019 - Warner)
Archiviata l'avventura Beady Eye, secondo capitolo solista per l'ex-voce degli Oasis

LIAM GALLAGHER

As You Were

(2017 - Warner)
L'esordio solista del più giovane dei Gallagher, tra maquillage sonori e un mondo eternamente ..

Liam Gallagher on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.