PEDRO

Da linha

2020 (Enchufada) | batida, kuduro, afro-house

La linea di Sintra, che collega Lisbona alla vicina Amadora: chissà quante volte sarà stata presa da Pedro Mauricio, quante volte ne avrà seguito il percorso per tornare dal centro a Damaia, il più grande e colorato quartiere della capitale portoghese, quello con la più alta percentuale di popolazione proveniente dalle ex-colonie. Dedicato proprio al contesto che lo ha visto nascere, crescere e svilupparsi nel producer che è adesso, “Da linha” è la lettera d'amore indirizzata agli aromi e ai suoni che hanno pervaso la sua vita di giovane artista lisboneta, al prisma di influenze e stimoli ricevuto tramite lo stretto contatto con persone e musicisti provenienti dai più disparati angoli della diaspora lusofona. In questo pot-pourri di spunti e direttrici, PEDRO concepisce un lavoro conciso, brevilineo al punto giusto, in cui la moderna scena elettronica portoghese si palesa in tutto il suo fervore, combinando sperimentazione e gusto per la melodia in una miscela killer.

Edito sotto la Enchufada di Branko, che con i suoi Buraka Som Sistema ha contribuito alla diffusione del kuduro in giro per il mondo, “Da linha” è disco che poggia le fondamenta sul sound perfezionato dal combo, ma che ne amplifica ulteriormente l'eco, contemplando una visione che abbraccia l'intera area lusofona, ma che sa spingersi ulteriormente oltre, alla ricerca di nuoveti possibilità ed ibridazioni. In questo senso la ricerca di PEDRO non coglie il tono più oltranzista delle pubblicazioni di casa Príncipe, ma sa come schivare ogni forma di prevedibilità, amplificando il dato emotivo e giocando con una palette ritmica in perenne cambiamento, dallo stuzzicante dinamismo.

È mezz'ora, ma si apre un mondo intero: che siano le marcature dembow a sostenere l'asse portante di “Pusha” (ideata assieme all'eversivo producer reggaeton Kelman Duran), il taglio house dato a “Stuck On You” (in compagnia dell'Mc ghanese Bryte) o le sinuosità melodiche di “Para ti”, Mauricio escogita una batida fresca, pimpante, forte anche di una sua intrinseca malinconia (“Terra treme”, dalle ottime potenzialità pop). Nella sua convinta apertura internazionale, il progetto cristallizza una sintesi eccellente.

Dal centro di Lisbona a Damaia, e da qui verso l'Angola, il Brasile e il mondo intero: per la grintosa mescola sonora di PEDRO non poteva esserci un esordio sulla medio-lunga durata più brillante.

(03/06/2020)

  • Tracklist
  1. Rapazes
  2. Calores
  3. Too Much (ft. Magugu)
  4. Pusha (ft. Kelman Duran)
  5. Terra Treme (ft. Pedro Mafama)
  6. Teré (ft. Branko)
  7. Stuck On You (ft. Bryte)
  8. Toques (ft. DKVPZ)
  9. Madrugada
  10. Para ti (ft. Xcelencia)


PEDRO on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.