Jimbo Mathus & Andrew Bird

These 13

2021 (Wegawam) | folk, gospel, roots

Una lunga amicizia e una profonda stima legano i musicisti americani Jimbo Mathus e Andrew Bird. Incrociatisi dapprima negli anni 90 durante le scorribande swing-jazz-klezmer degli Squirrel Nut Zippers, i due artisti hanno scelto percorsi creativi in parte dissimili per poi ritrovarsi di recente a discernere di radici e tradizioni con lo stesso vigore ed entusiasmo degli esordi.

“These 13” è un progetto che nasce da passioni condivise, da nostalgiche divagazioni e amichevoli conversazioni. L’album è stato registrato dal vivo su un nastro analogico e con microfono RCA 44: niente trucchi o inutili artefici, solo germi folk, blues e country per tre quarti d’ora di amabili digressioni musicali.
I due in parte accantonano il personale trascorso stilistico per un disco che profuma di radici: Jimbo Mathus si diletta prevalentemente con la chitarra acustica, mentre Andrew Bird non solo ricorre a sonorità di violino più tradizionali, ma esibisce anche un cantato inaspettatamente bluesy.

La solennità di queste tredici tracce non lascia molto spazio a speculazioni concettuali: sono solo canzoni che sanno di polvere e di tenerezze profumate di antico romanticismo, armonie semplici cadenzate con nostalgici tempi di valzer (“Beat Still My Heart”), o struggenti accordi gospel-blues (“Stonewall (1863)”). Mathus e Bird spesso sacrificano la visione cosmopolita delle precedenti esperienze, lasciando fluire le canzoni con una spontaneità che crea ammirazione e imbarazzo.
E’ evidente il ruolo determinante avuto nella genesi di “These 13” del primo singolo “Sweet Oblivion”, perfetta simbiosi vocale e strumentale che merita il titolo di miglior canzone dell’album.
Per fortuna Mathus e Bird non sembrano temere la prevedibilità della musica country (“Burn The Honky Tonk”), anzi dimostrano di saper gestire i cliché con sapiente disincanto (“Jack O'Diamonds”), ma non sempre riescono ad aggirare gli ostacoli posti da un scelta per alcuni versi estrema (“Bell Witch”).
Un brano come “High John”, infatti, lascia l’amaro in bocca, mentre “Encircle My Love” resta in un piacevole limbo. I due musicisti sembrano piacevolmente vittime della nostalgia (“Red Velvet Rope”) pur riuscendo ancora a graffiare e stupire nella splendida e dolente “Three White Horses And A Golden Chain”.

La sensazione prevalente è quella di un’occasione in parte sprecata. “These 13” è un gradito resoconto di una sana serata tra amici/musicisti (senza dubbio due amici fuori dal comune), ma manca quel briciolo di coraggio e di azzardo che lo possa salvare da un piacevole e fugace ascolto.

(08/06/2021)

  • Tracklist
  1. Poor Lost Soul
  2. Sweet Oblivion
  3. Encircle My Love
  4. Beat Still My Heart
  5. Red Velvet Rope
  6. High John
  7. Stonewall (1863)
  8. Bright Sunny South
  9. Bell Witch
  10. Dig Up The Hatchet
  11. Jack O' Diamonds
  12. Burn The Honky Tonk
  13. Three White Horses And A Golden Chain




Jimbo Mathus & Andrew Bird on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.