Eddie Chacon

Sundown

2023 (Stones Throw)
neo-soul

L’album di debutto di Eddie Chacon, sebbene incantevole, lasciava dei dubbi sulla traiettoria che avrebbe potuto imprimere nella carriera molto discontinua di un artista che ormai si avviava verso i sessant’anni. D’altronde, nella sua precedente vita, il successo globale della hit “Would I Lie To You?”, cantata in coppia con Charles Pettigrew, era stato il precursore di una serie di fallimenti professionali che aveva portato l’artista americano a dedicarsi ad altri progetti lontani dall’industria musicale.
Il secondo lavoro “Sundown”, prodotto ancora una volta dall’ormai inseparabile amico John Carroll Kirby (Solange, Harry Styles, Frank Ocean), non solo conferma le impressioni positive della sua uscita precedente, ma rivela un ulteriore percorso di crescita. Soltanto la traccia di apertura “Step By Step” rispecchia l'essenza del debutto, fungendo da ancoraggio nostalgico. La sua voce malinconica, immersa in un'atmosfera retrò, trova risonanza in uno sfondo di vellutate melodie alla tastiera. È una combinazione molto riuscita, che non trova spazio nel prosieguo dell’album dove Chacon decide di aggiungere profondità e dimensione al suo repertorio.

L'elettronica trova spazio quando i ritmi rallentano, mentre una palpabile atmosfera funk-jazz permea molte altre tracce; d’altronde, Chacon ha espressamente citato Pharoah Sanders come importante fonte d'ispirazione per questo lavoro. Ciò è evidente in particolar modo in “Holy Hell”, scelto come brano trainante dell’album, e nella malinconica “Far Away”, animata tuttavia da un groove insistente. Frequenti sono gli innesti di ottoni (Elizabeth Lea al trombone) e soprattutto del flauto, che riveste un’importanza straordinaria in molti brani. È il caso, ad esempio, di “Come And Goes” con l’ipnotico strumento suonato da Logan Hone, che si occupa anche del sax nel finale. In “Haunted Memories” il flauto si impegna in un dialogo dinamico con la batteria, a volte prendendo il sopravvento sulla voce per infondere un incantevole dinamismo. Tuttavia, è in "Same Old Song" che il flauto brilla di più, elevando la canzone a una delle migliori dell'album: il suo ritmo unico, anche se ricorda il soul degli anni 70, possiede un'originalità affascinante.

All'interno di un lavoro intriso di un fondamentale senso di malinconia, "The Morning Sun" emerge nel finale, con i suoi ritmi latini, iniettando un’allegria diffusa. È il tipo di traccia che ci si aspetterebbe di ascoltare da un artista che ha eletto le atmosfere paradisiache baleariche come suo buen retiro. E anche simbolicamente ha un significato particolare: contrapponendo il sole nascente al tramonto che dà il titolo all’album, Chacon sembra finalmente disposto a entrare in questa nuova fase della propria carriera con consapevolezza e intenzione.

08/12/2023

Tracklist

  1. Step by Step
  2. Far Away
  3. Comes and Goes
  4. Sundown
  5. Holy Hell
  6. Haunted Memories
  7. Same Old Song
  8. The Morning Sun






Eddie Chacon sul web