Red River Dialect

awellupontheway

2012 (Self-released) | psych-folk-rock

Ho conosciuto i Red River Dialect nei miei viaggi in Cornovaglia, e la loro musica è giunta a significare tutto ciò di selvaggio, roboante, straziante e ingiustamente bello che percepisco di quella costa. Ci sono una nostalgia precisa, una confusione dell'anima, un lamento visionario.
M.C. Taylor, Hiss Golden Messenger

È proprio così: ascoltare "awellupontheway" dei Red River Dialect è come ergersi, in piedi sulla scogliera, e lasciarsi investire dalle mareggiate, dagli spruzzi di schiuma, dal vento imperterrito. Montare la prua nel mezzo della tempesta, una folle risata in gola che accompagna i vertiginosi saliscendi sulle onde.
I Red River Dialect sono la band di David Morris, fine importatore inglese del meglio che il folk-rock psichedelico statunitense possa offrire, mecenate in madrepatria di Hush Arbors, Arbouretum e, appunto, Hiss Golden Messenger.

Le declamazioni di druido allucinato di Morris (un Roky Erickson con cappuccio e bastone) sono sorrette e fomentate dal fisico asciutto, guizzante degli arrangiamenti per chitarra, basso e batteria (si veda il rituale Pentangle-iano di "Lintle" in particolare); tutto registrato in presa live, ad acuire quel senso di tensione che è purtroppo raro nel genere, per quanto essenziale.
È una bellezza ferina, inquietante ("Lion Walks Among"), quella di "awellupontheway": giochi di ombre lasciano solo presagire un risveglio, l'improvvisa epifania di qualcosa che già l'anima conosceva ("Tavy Cleave"); visioni di una campagna rigogliosa ("Appleseed") riverberano in un improvviso rinascimento interiore.

Lontano da cliché e affettazioni, "awellupontheway" veleggia solidamente verso il sicuro apprezzamento della scena di riferimento, una vera boccata d'aria per quest'ultima. Come dice Ben Chasny dei Six Organs Of Admittance: "Era dai Waterboys che non si sentivano delle jam marinaresche da pugni-in-aria come queste".

(31/07/2012)



  • Tracklist
  1. Dawn's Man
  2. Appleseed
  3. Lion Walks Among
  4. Tavy Cleave
  5. On It Burns
  6. Lintle
  7. Cockerel F'The Moon
  8. Summer's In Flight
Red River Dialect su OndaRock
Recensioni

RED RIVER DIALECT

Tender Gold And Gentle Blue

(2015 - Self-released)
Seguito acustico e pastorale per David Morris, sulle orme di James Yorkston

Red River Dialect on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.