Laura Loriga

Laura Loriga

Laura Loriga è una cantante e pianista nata a Bologna.
Il suo lavoro si è sviluppato nel corso degli anni tra l’Italia e gli Stati Uniti.
La sua scrittura basata su pianoforte, organo e voce, è spesso arricchita da altri elementi elettrici ed acustici (nyckelharpa, viola, harmonium, contrabbasso).

Il risultato è una serie di composizioni scure e variegate, le cui radici appartengono sia alla tradizione folk e classica che alla sperimentazione. Con il suo progetto principale, Mimes Of Wine, ha pubblicato tre album: "Apocalypse Sets In" (2009), "Memories for the Unseen" (2012) e "La Maison Verte" (2016), esibendosi con la sua band in numerosi concerti.
Nella primavera del 2022 Laura ha presentato un quarto album (il primo a suo nome), prodotto a New York tra il 2017 e il 2019, che ha visto la preziosa collaborazione di membri di Mimes of Wine e quella di altri musicisti tra cui Josh Werner, Otto Hauser, Anni Rossi e Janis Brenner.
L’album si intitola "Vever" ed è pubblicato da Ears&Eyes Records.

Oltre a Mimes of Wine, Laura ha collaborato con svariati altri artisti, tra cui Giardini di Mirò e il cantautore Jaye Bartell.
Negli ultimi anni, ha contribuito anche alla scrittura di diverse colonne sonore, continuando a portare avanti con il compositore Leo Z (Los Angeles), con il quale ha realizzato una serie di lavori tra cui una sonorizzazione per il pittore Nicola Verlato e una collaborazione con il produttore Adam Moseley.

Recensioni di Laura Loriga su Ondarock

Vever

Vever

(2022 - Ears&Eyes)

Primo atto solista per la cantautrice bolognese, che esterna le proprie emozioni in nove tracce di grande ..

Ultime recensioni su Ondarock

BREATHLESS

See Those Colours Fly

(2022 - Tenor Vossa)
Brividi ed estasi per il ritorno della band inglese

FLORIST

Florist

(2022 - Double Double Whammy)

Un album lungo, coeso e ben scritto, che parla di riconciliazione e amicizia

FABIO ORSI & ALESSANDRA GUTTAGLIERE

Arcoiris

(2022 - Backwards)
Il duo formato dal compositore e dalla pittrice-poetessa torna con un’opera multimediale