Noise Trade Company

Crash Test One

2008 (N Label) | noise-wave

Il nome di Gianluca Becuzzi è stato presente negli ultimi anni in alcuni interessanti progetti musicali aventi per epicentro Firenze. Il nome più importante al quale si è legato fu senz’altro quello dei Pankov, ma Limbo e Kinetix sono altre due significative situazioni che lo hanno visto protagonista.
Un percorso che ha spaziato dalla new wave allo sperimentalismo elettronico, e che oggi trova una degna sintesi nei Noise Trade Company, progetto nel quale divide la scena con la cantante Chiara Migliorini.

“Crash Test One”, l’esordio del duo, è un sentito omaggio a certe atmosfere di derivazione wave-noise, nelle quali si frulla il post-punk più industriale con le derive elettriche influenzate dal lavoro di Sonic Youth e affini.
Il risultato è un ibrido che in alcuni momenti disegna scenari profondamente sonici e in altri propone situazioni ai limiti della techno meno alienata.
Fra drum machine, chitarre trattate e synth dichiaratamente vintage ci si ritrova al cospetto di un lavoro che, pur apparendo vagamente démodé ed eccessivamente citazionista (c’è addirittura una cover molto fedele di “Nag Nag Nag” dei Cabaret Voltaire), trova una propria ragion d’essere, un senso compiuto, e in alcuni tratti riesce a comporre un puzzle capace di delineare possibili evoluzioni future.
Niente nostalgia a tutti i costi, ma la ferma intenzione di fare i conti col passato per proiettarsi nel domani, senza escludere la possibilità che molte altre giovani band nostrane raccolgano i frutti del lavoro di Becuzzi per continuare a tracciare un nuovo percorso musicale.

Se siete più interessati agli aspetti maggiormente legati alle evoluzioni noise vi consiglio di concentrarvi sui due atti di “High Resolution Chaos” e soprattutto su “Nineteen Seventy Eight”, brano dalla tipica struttura sonicyouthiana. Se siete amanti dei dj-set più aggressivi, vi segnalo invece “Feel The Beat” e la simil-Prodigy “News From The Past”, ovvero come portare l’alt-eletcro-rock in discoteca. Se siete degli inguaribili amanti della scena new wave, le prime tre tracce saranno perfette per voi.

I Noise Trade Company perseguendo questa strada difficilmente riusciranno a trovare un posto nelle hit più trendy, molto più probabile che diventino un faro per generazioni di rocker underground col pallino dell’elettronica. E non è detto che questa seconda situazione debba per forza essere la meno (ap)pagante.

(17/11/2008)

  • Tracklist
  1. NTC: Buy This One
  2. Waste Your Life (Be An Artist)
  3. Nag Nag Nag
  4. High Resolution Chaos (Set One)
  5. Nineteen Seventy Eight
  6. Ghost Radio
  7. Feel The Beat (You Can)
  8. News From The Past
  9. High Resolution Chaos (Set Two)
  10. Stupid Dreams
Noise Trade Company su OndaRock
Recensioni

NOISE TRADE COMPANY

Unfaithful Believers

(2014 - Space Race Records)
Una danza di inquiete solitudini accompagna la nuova evoluzione del progetto di Becuzzi

Noise Trade Company on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.