Giuliano Dottori

Temporali e rivoluzioni

2009 (Via Audio Records) | songwriting

Pur essendo nativo di Montreal, classe '76, Giuliano Dottori è da considerare a tutti gli effetti un esponente della musica di casa nostra, sia per la lingua utilizzata, sia per la città dove ha deciso di vivere (Milano), sia soprattutto per lo stile prescelto.
In effetti Dottori ha pochissimo in comune con il sound che va per la maggiore in terra canadese, mentre dimostra di sapersi abbeverare a piene mani dall'eccellente scuola cantautorale italiana.
In particolare non cela prossimità nei confronti dei migliori e più sensibili esponenti contemporanei, primo fra tutti Marco Parente.
Dopo il promettente esordio del 2007 ("Lucida"), cerca più ampia visibilità con "Temporali e rivoluzioni", registrato alle Officine Meccaniche di Mauro Pagani con la produzione artistica di Giovanni Ferrario.

Giuliano riserva ai propri ascoltatori molte carezze e rare spigolosità, sempre molto controllate, cercando di ampliare lo spettro della propria proposta, arrivando a emulare il Manuel Agnelli più poetico su "Amuleto".
Sa cullarci con soffici ninna nanne ("Tenerti stretto un ricordo", "Partenze coincidenze", la conclusiva "Le cose semplici") ma lo preferiamo quando va alla ricerca di maggior brio, ricorrendo a una dolcezza che ricorda Jeff Buckley, e mantenendo alta la propria ispirazione attraverso un songwriting sempre caldo ed elegante.

Con tali premesse, Dottori non può correre il rischio di essere catalogato in maniera troppo sbrigativa come cantautore sdolcinato, quindi va bene la poesia, ma un pizzico di grinta in più sarà necessario in futuro, per rendere il proprio percorso maggiormente coraggioso e ambizioso.
Se così sarà, potrebbe riservarci davvero qualcosa di sorprendente in futuro.
Nel frattempo sta prendendo parte a un progetto del quale sentirete parlare molto in futuro, il suo nome è Amor Fou.

(14/02/2012)

  • Tracklist
  1. Chiudi l'emergenza nello specchio
  2. Amuleto
  3. Non fa mai male la verità
  4. La tua casa è piena
  5. Tenerti stretto un ricordo
  6. Inno nazionale del mio isolato
  7. Catene e gioie fragili
  8. Partenze coincidenze
  9. Sirene e vampiri
  10. Le cose semplici
Giuliano Dottori su OndaRock
Recensioni

GIULIANO DOTTORI

L'Arte Della Guerra Vol. 2

(2015 - Musica Distesa)
Per il Volume 2 della propria opera, Dottori si ripropone in veste meno appariscente

GIULIANO DOTTORI

L'Arte Della Guerra Vol. 1

(2014 - Musica Distesa)
Il ritorno solista del cantautore milanese è all'insegna di una grande cura degli arrangiamenti ..

GIULIANO DOTTORI

Lucida

(2007 - Ilrenonsidiverte)
Un cantautorato dal piglio classicamente americano

News
Giuliano Dottori on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.