Pipers

No One But Us

2009 (Materia Principale) | brit-pop

Per la sempre attenta label partenopea Materia Principale (che quest'anno ci ha già regalato il mirabolante esordio dei Gentlemen's Agreement), esce in questi giorni il primo album dei napoletani Pipers. I quali, va detto, non sono propriamente dei debuttanti alle prime armi, avendo già suonato in svariate occasioni in Inghilterra e avendo fatto da spalla a gente come Ian Brown o Charlatans. La loro proposta denota un approccio molto accurato e competente, nutrito di fonti primariamente inglesi (sono in qualche modo loro stessi a definirsi "Britpop Lovers", in una delle canzoni senz'altro migliori del disco) che spaziano in termini di riferimenti, dagli Inspiral Carpets fino agli Auteurs, per arrivare a cose più contemporanee come i primi Coldplay, ma anche I Am Kloot o Badly Drawn Boy.

La forza del gruppo risiede principalmente in un repertorio di buone (e spesso ottime) canzoni, arrangiate in maniera vibrante e cristallina, con efficaci inserti d'archi (dall'inevitabile profumo beatlesiano) e lunghe teorie di chitarre jingle jangle che si intrecciano incorniciando ritornelli felicissimi, in pari misura rasserenanti e melanconici. L'ascolto scorre piacevole e fresco, attraverso una sequenza di episodi in cui un certo lirismo melodico dal piglio pensoso e introspettivo interseca un suono caldo e sospeso, in una sorta di incanto poetico soffuso di luce densa e carezzevole.

Tra i pezzi migliori segnaliamo senz'altro l'iniziale "No One But Us" (davvero notevole), ma anche composizioni più movimentate, come "Sick Of You" o "Save The Tears", in cui non si fatica a riconoscere lo svolgersi di una scrittura capace e molto consapevole di sé, esaltata da una produzione estremamente piana e curata (non per niente a produrre troviamo l'ottimo Matteo Cantaluppi). La romantica "Tonight Goodbye" appare, infine, come il migliore dei congedi, anzi come una canzone capace di raccontare la poesia agrodolce di ogni congedo in generale, lasciando viva in noi la speranza che questa band possa raccogliere l'attenzione e la stima che senza dubbio merita.

(19/10/2009)

  • Tracklist
  1. No One But Us
  2. Golden Sand
  3. Eveline
  4. Sick Of You
  5. Chance
  6. Britpop Lovers
  7. Don't Ask For More
  8. Bitter
  9. Flourish Again
  10. Save The Tears
  11. Tonight Goodbye
Pipers on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.