Billy Bao

Urban Disease

2010 (Pan) | free-noise, psych-noise

Le urla che aprono lato A di questo terzo vinile dell’anarchico collettivo spagnolo rappresentano una falsa partenza. E’, infatti, nel rincorrersi sparso di vuoti e pieni, di sibili e rintocchi, di lunghi silenzi e colate imperiose di rumor bianco che sta tutta l’essenza di questo “Urban Disease”, alla ricerca del sacro fuoco (?) che animava le session degli Amon Düül epoca “Psychedelic Underground”.
Siamo lontani dai momenti migliori dei lavori precedenti, in una dimensione assolutamente caotica ed estemporanea. Tutto è frammentario, disorganico, volutamente rocambolesco. Quando, poi, nel secondo lato il suono diventa più potente, i vari pannelli che si susseguono sembrerebbero voler adombrare un’unità di fondo, ma ci vuole poco per capire che si tratta solo di un’impressione. Un passo falso, insomma. Magari anche voluto, data la natura terroristica di questi pazzi scatenati.

(14/07/2010)

  • Tracklist
1. Side A
2. Side B
Billy Bao su OndaRock
Recensioni

BILLY BAO

Buildings from Bilbao

(2013 - Burka for Everybody Records)
L'opera pił dissennata e postmoderna della formazione spagnola cammina sul cadavere degli Stooges

BILLY BAO

May 08

(2009 - Parts Unknown)
Sempre più radicale e rumoroso, ritorna il quartetto spagnolo

BILLY BAO

Dialectics Of Shit

(2008 - Parts Unknown)
La vetta dell'arte rumorosissima e caotica del trio spagnolo

Billy Bao on web