Jacula

Pre Viam

2011 (Black Widow) | gothic-prog

Dopo quasi quarant'anni, Antonio Bartoccetti (alias "Antonius Rex") riporta in vita il progetto Jacula, una fra le più inusuali figure della storia del prog italiano. Inusuale perchè mischiava la musica progressive tanto in voga all'epoca ad atmosfere dark e divagazioni horror-rock.

La ricetta di base è la stessa anche in "Pre Viam": bisogna ammettere che i prog-rockers di una volta sono gli unici a potersi permettere divagazioni neo-classiche senza risultare boriosi (a volte raggiungendo grandi risultati: si ascolti il piano gotico di "Jacula Is Back" o "Deviens Folle"). Il problema del disco è che a ottime intuizioni (la fusione tra Goblin e kosmische musik di "Pre Viam", o l'introduzione celtico-new age di "Blacklady Kiss", con coda di moog alla ELP) si alternano fastidiosi cliché di genere (urla lancinanti, intermezzi da salmo religioso) e rabbiose chitarre hard-rock il cui sound risulta incredibilmente datato.

Bisogna essere davvero dei nostalgici satanisti prezzolati per apprezzare il ritorno in vita di Jacula. Noi non lo siamo. Però bisogna ammettere che questa negromanzia alla dottor Frankenstein si sposa perfettamente all'atmosfera horror del disco.

 

(22/09/2011)

  • Tracklist
  1. Jacula Is Back
  2. Pre Viam
  3. Blacklady Kiss
  4. Deviens Folle
  5. In Rain
  6. Godwitch
  7. Possaction
Jacula su OndaRock
Recensioni

JACULA

In Cauda Semper Stat Venenum

(2001 - Black Widow)
Atmosfere da tregenda nel misterioso cult-album dei progster esoterici

Jacula on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.