Control Unit

The Fugitives

2012 (Backwards) | industrial

Chi segue le uscite di Ninni Morgia e Silvia Kastel saprà certamente che il loro percorso sonoro è stabilmente incanalato nei territori di un'improvvisazione più o meno radicale, più o meno psichedelica. Bene, resettate (quasi) tutto, perché qui la Control Unit - pur mantenendo ferme le coordinate di quel suono torturato e urticante a cui i due ci hanno abituati - volge lo sguardo all'indietro di oltre trent'anni, precisamente alla rivoluzione industriale di fine anni Settanta.

In questo caso il press sheet inviato dalla Backwards (la nuova etichetta di Pasquale Lomolino, ex-Small Voices/A Silent Place) non potrebbe essere più chiara: "The Fugitives sounds like a perfect car crash between the two most considerable industrial music currents: the American one (Factrix above all) and the European (English preeminently) one, which surely counts Throbbing Gristle and Cabaret Voltaire among its seminal and best representatives".

Nulla di più vero, a partire dalla malatissima "Again" - una suite derelitta che emana puzzo di cadavere manco fossimo nella San Francisco post-punk di Factrix e Minimal Man. Particolarmente lacero e disturbante il lamento della Kastel, una Lydia Lunch ancor più infossata nelle macerie della civiltà industriale. E si continua sulla medesima, morbosa, falsariga con "Live In Your Mind", claustrofobica allucinazione dai contorni psichedelici, ulteriormente destabilizzata da pulsazioni ritmiche ossessive. E se con "Don't Go Out" i due applicano all'industrial il loro linguaggio impro, la conclusiva "The Fugitives" non sfigurerebbe in "Mix-Up" dei Cabaret Voltaire.

(06/07/2012)

  • Tracklist
  1. Again
  2. Live In Your Mind
  3. Don't Go Out
  4. The Fugitives
Control Unit su OndaRock
Recensioni

CONTROL UNIT

Body Language

(2014 - Backwards)
Un sette pollici all'insegna del noise-rock per i Control Unit

FACTRIX/ CONTROL UNIT

Elegy For Rusted Souls

(2013 - Backwards)
Il ritorno dei grandi pionieri californiani dell'industrial-music

CONTROL UNIT

Oto Live

(2012 - Chocolate Monk)
Un set dal vivo dei temibili Control Unit




Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.