Modern Studies

Swell To Great

2016 (Song By Toad) | chamber-folk, psych-folk

“Swell To Great”, debutto di una band nata dalla scena di Glasgow (e quindi vicina al grande mentore King Creosote), si candida a essere “la” gemma nascosta del 2016, interiorizzando profondamente questa definizione giornalistica, che lascia il tempo che trova, con un’estetica sonora umbratile, come di raggi di sole rifratti in un acquario in penombra.
L’esecuzione e l’arrangiamento dei brani privilegiano infatti uno stile di sobrietà sublime, di lievissimi rilasci armonici, con ritagli e intarsi d’accompagnamento che risuonano in sottofondo, complici di una vita invisibile.

L’impalcatura sonora suona austeramente tradizionale – Emily Scott, cantautrice e frontwoman del progetto, suona un organetto di epoca vittoriana – quanto la forma delle canzoni sfuggente e profondamente contemporanea (“Ten White Horses” potrebbe essere stata composta a Brooklyn, con la sua buffa coralità). Anche quando la scrittura diventa più tradizionale (lo spiritual scozzese “Bold Fisherman”), l’effusione che è propria della musica dei Modern Studies diventa preponderante nelle sue suggestioni invisibili (bellissimo anche l’arrangiamento della seconda parte di “Black Street”).

L’anima prettamente collettiva dei Modern Studies, affievolita dal vestito sonoro, è cionondimeno fondamentale e sempre presente, anche al di fuori di quelle tracce dalla dinamica più accentuata (quali, per esempio, “Dive Bombing”, oppure la Stevens-iana “Father Is A Craftsman”).
“Swell To Great” si rivela fin da subito, sopra ogni altra cosa, come uno dei dischi folk più completi usciti negli ultimi tempi, con una scrittura che sa omaggiare l’epoca d’oro del folk psichedelico britannico (“Sleep”), quanto piegarsi a più moderne vibrazioni “slow” ambientali (“The Sea Horizon”). È in questa sua sostanza malleabile e stratificata, oltre che nella gracile potenza delle sue canzoni, che si trova il valore di questo esordio, una delle scoperte più importanti dell’anno.

(11/01/2017)



  • Tracklist
  1. Supercool 
  2. Black Street 
  3. Father Is A Craftsman 
  4. Bottle Green 
  5. The Bold Fisherman 
  6. Today's Regrets 
  7. Dive-bombing 
  8. The Sea Horizon 
  9. Sleep 
  10. Everybody's Saying 
  11. Ten White Horses 
  12. Swimming
Modern Studies and Tommy Perman su OndaRock
Recensioni

MODERN STUDIES AND TOMMY PERMAN

Emergent Slow Arcs

(2019 - Fire)
La reinvenzione del secondo album del gruppo scozzese in chiave elettronica

MODERN STUDIES

Welcome Strangers

(2018 - Fire Records)
L'intrigante folk-pop del gruppo di Glasgow si tinge di noir

News
Modern Studies on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.