Breeders

All Nerve

2018 (4AD) | alt-rock, alt-pop

Ultimamente, asso nella manica (o fondo del barile) di complessi storici con già almeno una rentrée all’attivo è quello di ristabilire i presupposti, la formazione, dei loro giorni d’oro. Così Kim Deal, bassista, seconda voce e talento dei Pixies, ripresenta per intero dal vivo, in occasione del ventennale, l’acuto artistico dei suoi Breeders, “Last Splash” (1993) a partire dal 2012, forte di quella line-up che quel disco lo registrò: la fida sorella Kelley, Josephine Wiggs, Jim MacPherson. Durante le prove i quattro sperimentano nuovo materiale; finirà per essere la sorgente di “All Nerve”, quinto album esclusi gli Ep, a una decade da “Mountain Battles” (2008).

L’album parte anche benino, con una “Nervous Mary”, filastrocca spettrale alla Kristin Hersh (o, meglio, alla Tanya Donelly), e “Wait In The Car”, in effetti una delle migliori autoimitazioni del Breeders-suono delle loro reunion. Da qui in avanti si susseguono canzoni blande per tirare avanti il carretto. Deal non sa più cosa inventarsi: “All Nerve”, una serenata romantica, “MetaGoth”, ricalco della “A Means To An End” dei Joy Division, “Spacewoman”, dedica all’era spaziale - una volta tanto al femminile - nel solco della “Rocket Man” di Elton John. E così via, fin quasi a smarrire la sua stessa identità. Solo “Dawn: Making An Effort” ha un senso, un tentativo d’inno quasi alla Enya, che potrebbe indicare una carriera da cantautrice.

Dipinta da più parti come opera riflessiva, cupa, materna, adulta e profonda. Semplicemente minore, senza stimolo. Steve Albini e altri in regia non fanno dirompere il sound, ed è un guaio: scontati i crepitii di distorsione delle chitarre, persino nocivi gli altri effetti pseudo-psichedelici in sovrappiù di post-produzione. Ha dalla sua competenza e ironia amarognola, nonché una saggia brevità che dribbla scadimenti e punti realmente bassi, come accade per l’ex-compagno d’avventure Black Francis. L’allievetta Courtney Barnett tra gli ospiti. Per gli appassionati di grafica, sempre mastro 4AD Vaughan Oliver all'artwork.

(12/03/2018)

  • Tracklist
  1. Nervous Mary
  2. Wait In The Car
  3. All Nerve
  4. MetaGoth
  5. Spacewoman
  6. Walking With A Killer
  7. Howl At The Summit
  8. Archangel’s Thunderbird
  9. Dawn: Making An Effort
  10. Skinhead #2
  11. Blues At The Acropolis
Breeders on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.