Tears For Fears

Live At Massey Hall

2021 (Mercury, Universal Music) | synth-pop, new wave

Nella prima tranche del Record Store Day 2021 (la seconda è fissata per il 17 luglio) è stata inserita una chicca che per gli amanti del miglior synth-pop non può passare inosservata. "Live At Massey Hall" è un disco dal vivo, pressoché inedito, che documenta una serie di quattro concerti tenuti dai Tears For Fears a Toronto tra il 29/05 e il 01/06 del 1985, tournée programmata a supporto del secondo storico album "Songs From The Big Chair", il lavoro che ha consolidato in tutto il mondo l'innata classe del duo britannico, già instradata nel migliore dei modi da quello straordinario gioiello new wave d'esordio che fu "The Hurting".

Nel set, rintracciabile in prima battuta solo su doppio vinile o cd, è in pratica riproposta la scaletta di "Songs From The Big Chair" (manca solo "Listen"), completata da altri sei pezzi tra i quali spiccano "Mad World", "Pale Shelter", "Memories Fade", praticamente la crema più prelibata estratta dall'album di debutto.
In realtà, una manciata di queste versioni dal vivo erano già comparse in un promo del 1986 e soprattutto nel lussuoso box uscito nel 2014 per festeggiare il trentennale di "Songs From The Big Chair".
Il materiale editato per "Live At Massey Hall" è stato recentemente remixato dai nastri originali multitraccia, offrendo, se si esclude una pubblicazione per il solo mercato francese del 2006, la prima vera esperienza di ascolto dove gustare le abilità live della coppia originaria di Bath.
Brani come "Shout" e soprattutto il dittico "Head Over Heels/Broken" si alimentano di incisi strumentali trascinanti e memorabili che ne estendono la durata oltre la già nota bellezza, mentre le traumatiche introspezioni descritte in colossi quali "Mad World" e "Memories Fade", in queste corpose versioni live sono in grado di penetrare anche nell'intimo più recondito.

Roland Orzabal e Curt Smith sono fotografati in uno dei momenti più alti della loro esperienza artistica. L'inquieto synth-pop dei Tears For Fears si amplia e raggiunge vertici di assoluta efficacia, anche grazie all'importante apporto fornito da turnisti di grande rilievo quali Ian Stanley (tastiere), Manny Elias (batteria), Will Gregory (sassofono), il chitarrista Andy Sanders e la seconda tastierista Nicky Holland, figura che si rivelerà fondamentale per le sessioni del successivo "The Seeds Of Love".
"Live At Massey Hall" è una squisitezza non solo per cultori, un buon modo per entrare nel mondo introverso disegnato da Orzabal e Smith, e chissà che possa servire da abbrivio per nuovi progetti da parte di una band tra le più significative che il pop d'autore è stato in grado di proporre negli ultimi quarant'anni.

(13/06/2021)

  • Tracklist
  1. Mothers Talk
  2. Broken
  3. Head Over Heels /Broken
  4. Pale Shelter
  5. Memories Fade
  6. Start Of The Breakdown
  7. The Prisoner
  8. I Believe
  9. The Working Hour
  10. Mad World
  11. Everybody Wants To Rule The World
  12. The Hurting
  13. Shout
Tears For Fears on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.