Torres

Thirstier

2021 (Merge) | alt-rock, songwriter

Non era un brutto disco, “Silver Tongue”, tutt’altro, la sua unica sfortuna fu quella di essere stato diffuso a gennaio del 2020, giusto poche settimane prima che la pandemia si appropriasse di un pezzo delle nostre vite. La conseguenza fu l’impossibilità di poterlo promuovere, eccezion fatta per qualche apparizione sul web, fra le quali ne ricordo una particolarmente riuscita sulla mai troppo lodata KEXP, con Torres che eseguiva alcuni brani per sole chitarra e voce, con un sorriso spontaneo e quella simpatia venata di malinconia che alleviò per una mezz'oretta i problemi del periodo.

Non ne siamo ancora fuori, ma abbiamo già un nuovo disco, “Thirstier”, che Mackenzie Scott decide di aprire con un feedback, la distorsione che dà il via all’iniziale “Are You Sleepwalking?”, a palesare con forza la rinnovata voglia di mettere in prima linea l’elettricità, come fosse un atto liberatorio. Scorre poi la radiofonica “Don’t Go Puttin Wishes In My Head”, la prima traccia resa nota, con relativo videoclip che è divenuto il nuovo manifesto della cantautrice americana sul tema “diversity”.
In “Drive Me” l’approccio alt-rock è supportato da un velo di elettronica, ben più consistente nel sontuoso synth-pop da dancefloor espresso nella sorprendente “Kiss The Corners”. Una pioggia di synth si manifesta anche lì dove le atmosfere si fanno più eighties oriented, in “Hand In The Air”.

Torres conferma dunque la volontà di muoversi stilisticamente verso molteplici direzioni, con chitarre aguzze e frangenti melodici che si rincorrono per l’intera durata del disco. Le prime conquistano il centro della scena con la vibrante, upbeat, “Hug From Dinosaur”, intrisa di suoni crunch; ai secondi appartiene la dolcezza espressa in “Big Leap”, intrinsecamente ispirata da Joni Mitchell. In “Thirstier” (il brano) i due aspetti trovano un leggiadro equilibrio, dando vita a una canzone con tutti i crismi del potenziale evergreen.
Il congedo di “Keep The Devil Out”, increspato di caos controllato, chiude il cerchio sulla nuova immagine della Scott, più positiva ed energizzante rispetto al passato, palesata attraverso uno dei suoi lavori complessivamente più riusciti, finalmente ai livelli di “Sprinter”, quello che resta tuttora il suo album di riferimento.

(01/08/2021)

  • Tracklist
  1. Are You Sleepwalking?
  2. Don’t Go Puttin Wishes In My Head
  3. Constant Tomorrowland
  4. Drive Me
  5. Big Leap
  6. Hug From A Dinosaur
  7. Thirstier
  8. Kiss The Corners
  9. Hand In The Air
  10. Keep The Devil Out






Torres su OndaRock
Recensioni

TORRES

Silver Tongue

(2020 - Merge)
Un ritorno su binari più canonicamente cantautorali per Mackenzie Scott, pur con opportune variazioni ..

TORRES

Three Futures

(2017 - 4AD)
Il terzo lavoro della cantautrice americana segna una decisa svolta verso sonorità più ..

TORRES

Sprinter

(2015 - Partisan)
Il secondo lavoro di una della grandi promesse del songwriting americano

TORRES

Torres

(2013 - Self-released)
Scarno e intenso quanto basta, l'esordio di una giovane blueswoman

News
Torres on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.