Adriano Zanni & Enrico Coniglio

A Corte

2022 (13/Silentes) | field recording

Passi nella neve che infrangono il silenzio introducendo lentamente alla scoperta di uno scenario acustico fatto di elementi minimi. Il luogo è dell'ex-Villaggio Montano Eni a Corte di Cadore, a raccontarlo troviamo due veterani del paesaggio sonoro particolarmente legati alla geografia oggetto dell’esplorazione. Da una parte Adriano Zanni, autore delle fonti che compongono il lavoro - raccolte con ostinazione nell’arco di oltre tre lustri – e frequentatore abituale del sito fin da quando era bambino. Dall’altra Enrico Coniglio, sceneggiatore e regista del racconto, più volte autore di itinerari aurali  ispirati dalla fascinazione per il territorio alpino.

A partire dal materiale accumulato dal sound artist romagnolo, Coniglio plasma un tracciato preminentemente fondato sull’uso dei field recordings, accostabile per forma all’approccio topofonico su cui si fonda una parte della sua pratica artistica. I suoni della natura, che gradualmente si insinua negli spazi manipolati dall’uomo e da anni abbandonati, combinandosi a tratti con modulazioni sintetiche astratte, scandiscono il lento procedere tra gli edifici e il bosco, generando un flusso variabile, che si muove tra la documentazione spettrale di Chris Watson e l’ascolto immersivo delle derive lowercase care a Steve Roden.

Come spesso accade quando ci troviamo di fronte a un lavoro di Zanni, alla componente sonica si affianca un altrettanto vasta produzione di immagini dalla quale vengono estratti 24 scatti che fungono da guida visiva al percorso aurale. Contrariamente a ciò che si aspetterebbe chi ne conosce la produzione fotografica, la scelta qui cade sull’uso del colore e i punti di vista cercati mirano a creare una mappa più neutra e parzialmente scevra da un immaginario trasfigurato. La medesima volontà viene espressa dal suono – ad eccezione dell’inquieta title track - tendenzialmente scarno, non elaborato, e nell’insieme si percepisce nitida la volontà di restituire il portato emozionale dello spazio indagato mantenendo un parziale distacco dallo stesso. Il risultato è un viaggio sensoriale vivido, che a dispetto di tale declinazione sa mantenersi profondamente evocativo.

(23/01/2023)

  • Tracklist
  1. La Colonia, in esplorazione
  2. Neve sciolta, un aereo sulla Val Boite
  3. Fra le Ville, grandine, prati bagnati
  4. A Corte
  5. Al Campeggio, spiove
  6. Nostra Signora del Cadore
Adriano Zanni & Enrico Coniglio sul web