Juliana Gattas

Maquillada en la cama

2024 (Sony)
electropop, dance pop

Dopo circa vent'anni in compagnia di Ale Sergi nel fortunato duo Miranda!, per Juliana Gattas è arrivato il momento di uno scatenato e appiccicoso esordio solista. Del resto, erano almeno una decina d'anni che la sofisticata formazione elettropop di Buenos Aires appariva stanca e poco ispirata, di replicare i fasti dell'incredibile esordio del 2001 "Es mentira" nemmeno a pensarci.
E quindi eccola qui, Juliana Sofía Gattas Grelia, a ballare da sola a quarantasette anni suonati, con in tasca un contratto con Sony e tanta voglia di divertirsi.

Accento sfacciatamente argentino, sintetizzatori in perenne tensione dance in rotta verso un'estasi moroderiana, tanta ironia e insinuazioni senza fine: ecco la ricetta di un disco programmaticamente divertente sin dal titolo. "Borracha en un baño ajeno": si parte con i Bpm già decisamente alti e il desiderio sfrontato di suonare come una Jessie Ware latina, o perché no, addirittura una Donna Summer postmoderna. Del resto, si tratta di un delirio ubriaco in un bagno sconosciuto.
Ben affilati nella traccia che intitola il disco e più cremosi e avvolgenti in "Botas Negras", gli arrangiamenti d'archi tipici della disco musicsono un'altra arma nella faretra dance di Juliana, che ammicca senza sosta e imbrocca un ritornello smargiasso dopo l'altro. Il culmine dell'atteggiamento impertinente di Juliana lo si raggiunge quando, in "Emocionalmente Tuya", la sentiamo intonare giuliva:

Emocionalmente tuya
Mi cuerpo en la calle
Y te quiero tanto, tanto, tanto
Supieras cómo me cuesta ser
Emocionalmente tuya
La piel de otro hombre
Prima innervata da un giro latino di chitarra e poi tempestata di ottoni nel finale liberatorio, la ballata "Miro hacia el cielo" introduce nel disco maggior complessità. Una ricerca che nelle conclusive "Lejos del fuego" e "Un taxi al infierno" vede la signora Gattas avventurarsi in composizioni meno rotonde e più evolutive. È in questi episodi che traspaiono maggiormente la mano sapiente e la visione del cileno Alex Anwandter - il fine produttore electropop, apprezzato cantautore e membro della formazione indie pop Teleradio Donoso, è da considerarsi cointestatario di questo esordio, dacché non lo ha soltanto prodotto e musicato, ma ne ha anche scritto i testi. 
Finiscono così trentacinque minuti scarsi di dance-pop latino insieme immediato e sofisticato. Le fusa della Señora Gattas sono così ammalianti che sarà impossibile non schiacciare play ancora, ancora e ancora.

04/04/2024

Tracklist

  1. Borracha en un baño ajeno
  2. Maquillada en la cama
  3. La casa del amor nocturno
  4. Botas negras
  5. Miro hacia el cielo
  6. Emocionalmente tuya
  7. Lejos del fuego
  8. Un taxi al infierno


Juliana Gattas sul web