Approfondimenti

Ondalabel #8

Da Madrid: Bobo Integral e Meritorio

di Lorenzo Righetto

Nate rispettivamente nel 2013 e nel 2017, Bobo Integral e Meritorio sono piccole etichette DIY nate a Madrid. Durante questi anni hanno attratto un gruppo considerevole di band da tutto il mondo, tutte con una riconoscibile impronta guitar-pop. In breve, hanno creato una scena che non è geografica, ma centrata sulle etichette. Hanno dato visibilità a band piccole e dato una casa a dischi che si trovavano ancora sospesi (come nel caso di Butcher The Bar). Abbiamo inviato ai due proprietari, Gonzalo Marcos e Alvaro Lisson Aguiar, qualche domanda per farci raccontare della loro "impresa". Più in basso, troverete delle interviste ai loro artisti, per capire il loro rapporto con l'etichetta.

Che cosa ti ha portato a fondare la tua etichetta? Come è cambiato il ruolo delle etichette negli ultimi anni?
Bobo Integral: Si trattava di qualcosa che avevo in mente, nata dalla curiosità, di imparare e fare qualcosa a parte seguire una noiosa carriera da ingegnere. Non trovavo mai il momento, ma fu ascoltando un demo di Los Nuevos Hobbies che mi decisi a imbarcarmi in questa avventura. In questo momento c'è così tanta offerta musicale... Credo che le etichette indipendenti servano principalmente come curatori. Spero solo che ci siano persone che prestano attenzione alle band con cui lavoro anche perché, semplicemente, fanno parte dell'etichetta.Per il resto, credo che aiutiamo a tenere in vita questa idea obsoleta di una collezione di 10-12 canzoni per volta, per un altro po' di tempo. Ho sempre amato gli Lp, mi sembrano il formato perfetto.

Meritorio: sono un fan della musica indipendente, uno che ama la musica, che sta realizzando il suo sogno. Penso che il ruolo delle etichette indipendenti sia lo stesso di prima: lo scopo principale è fare dischi per venderli e continuare a farli!
Ciò che è cambiato è che ci sono molte più etichette piccole (e meno nomi di riferimento), che sono dirette agli appassionati e che cercano di gestire il proprio tempo per trovare un equilibrio con il lavoro (e la vita) di tutti i giorni.

C'è una ragione per spiegare la concentrazione di etichette indie-pop a Madrid? Com'è la situazione per la musica indipendente in Spagna?
Bobo Integral: la situazione è brutta come dappertutto. C'è poco interesse e siamo lontani, o almeno io lo sono, dall'essere sostenibili. Per qualche ragione, a Madrid, e nel resto della Spagna, ci sono persone simili a me che fanno e disfano etichette che sono davvero interessanti. Qui facciamo sempre la battuta che quando si è giovani e squattrinati, ma si ha tempo, si mettono su le band, e quando si è cresciuti e non si ha tempo ma si hanno i soldi, si mettono su le etichette. Ovviamente, nessuno ci aveva spiegato quanto tempo ci vuole a far andare avanti un'etichetta! Detto questo, in Spagna ci sono persone molto fedeli alla musica e che sono interessate a qualsiasi cosa pubblichiamo.

Meritorio: Non saprei... La Spagna ha una tradizione di etichette indipendenti. La Elefant o la Siesta si sono guadagnate un nome in passato, e credo che ci siano diverse etichette in tutto il paese, non solo a Madrid. Penso a Pretty Olivia (Alicante), You Are The Cosmos (Zaragoza), Kocliko (Navarra), Hanky Panky (Bilbao), Discos de Kirlian (Barcelona) e Caballito (Cádiz) tra gli altri. Credo che ci siano tante buone etichette in Spagna e che siamo vicini alle etichette indipendenti americane o inglesi.

Quanto sei rigido nel creare un sound, uno stile dell'etichetta? Segui solo i tuoi gusti o arriveresti a non mettere sotto contratto una band che ti piace ma che non pensi si adatti allo stile della tua etichetta?
Bobo Integral: ho dei gusti piuttosto omogenei, con l'età sono diventato più pigro e non faccio attenzione a troppe cose che vadano oltre al mio solito spettro. Detto questo, mi fido del fatto che se mi piace una band, ci saranno persone interessate quanto me.

Meritorio: cerco di seguire il mio gusto e di pubblicare dischi che normalmente hanno una base guitar-pop o indie-rock. Mi piacciono anche altri generi musicali, come il folk, il country o il jazz, ma vedo difficile fare dischi che vadano al di fuori del genere Meritorio.

Hai avuto l'opportunità di interagire con gli artisti anche sulla produzione dei dischi? Se no, ti piacerebbe?
Bobo Integral: Finora mi hanno sempre e solo mandato l'album finito e l'abbiamo pubblicato così com'era. Credo fortemente che l'intervento dell'etichetta debba essere minimo in tutti gli aspetti. Suono in un paio di band io stesso e in genere non voglio mai cambiare niente per seguire suggerimenti che vengono dall'alto.

Meritorio: Alcune band mi hanno chiesto suggerimento su alcune canzoni, e in tanti mi aiutano a scegliere i mix finali o la tracklist... che è bello!

Molte etichette indipendenti, in passato, erano solite avere un'immagine precisa e le copertine dei loro dischi era fatta dagli stessi artisti o disegnatori. Pensi che anche l'artwork delle tue uscite debba seguire un certo stile?
Bobo Integral: ho pensato molto a questo, e magari è qualcosa che faremo in futuro, sempre che lo vogliano le band, naturalmente.

Meritorio: Non è il mio caso, l'idea sarebbe che le band guidano il processo... Normalmente accetto tutto ciò che fanno perché hanno creato e registrato la musica, quindi penso che conoscano l'artwork perfetto per l'album (più di me!).

Artisti

Perché hai scelto di firmare con un'etichetta e non autoprodurre la tua musica?
Lachlan Denton (BI): Gonzalo mi contattò, dal nulla, riguardo al mio primo disco solista, "Two Months In Ben Woolley's Room", e aveva un genuino entusiasmo riguardo all'idea di metterlo su vinile. In origine, quel disco era stato pubblicato solo in cassetta, così pensai, ma che diavolo. Da lì in poi ho scoperto che Gonzalo era una delle persone più facili con cui lavorare e più genuine. L'ho incontrato in Spagna e sono rimasto impressionato da quale persona meravigliosamente sincera sia nella vita reale. Pubblico la mia musica in Australia ma non avevo idea di come fare in Europa. Avere la Bobo Integral che rende pubblica la mia musica per un sacco di persone dell'altra parte del mondo è una vera benedizione.

Butcher The Bar (BI): All'inizio, dovevamo auto-produrre il nostro album "III", un disco che avevamo registrato tempo fa e volevo lasciarlo libero per poter pensare a un nuovo disco. Scoprii all'inizio la Bobo Integral dopo aver ascoltato il disco dei Dumb Things - che è un gran disco, a proposito - dopo il quale mandai loro il nostro album e decidemmo di lavorare insieme su una pubblicazione. Avere delle persone fuori dalla band che ti aiutano a promuovere la tua musica è molto d'aiuto, non solo perché apre alla possibilità che molte più persone ascoltino la tua musica, ma anche perché l'entusiasmo e l'incoraggiamento che ne deriva è molto d'aiuto, e può controbilanciare l'autopromozione autoironica dietro la quale gli artisti spesso si nascondono.

Poppel (M): Le prime uscite dei Poppel vennero rilasciate dalla Gazer Tapes, la mia piccola etichetta. Pubblicavamo perlopiù cassette perché semplicemente sono le più economiche. Quando si presentò la Meritorio andammo a vedere le loro band e ne rimanemmo totalmente impressionati. Dovevamo pubblicare il nostro album con loro per l'esposizione internazionale, la migliore distribuzione, il maggior numero di band nella stessa etichetta con lo stesso stile... Viene tutto da un amore naturale per la musica e questo ci piace molto. Pensiamo che sia la cosa più importante e la Meritorio Records è la rappresentazione dell'amore e della musica in un certo senso. Non è così ovvio oggi che le etichette pubblichino quello che pare a loro.

Holy Tunics (M): Per me si tratta più che altro di raggiungere un pubblico più vasto, così come l'associazione con altre band di cui ascolterei la musica. Qualcuno potrebbe incappare nei miei pezzi attraverso un'altra band sull'etichetta e potrebbe interessarsi anche alla mia musica. Inoltre avere una comunità globale è un'idea molto bella. Fortunatamente la Meritorio è molto fica e posso comunque autoprodurre le mie cassette.

Conosci altri artisti dell'etichetta? Saresti aperto a collaborare con alcuni di loro (per esempio con uno split)?
Lachlan Denton (BI): Sempre pronto a una collaborazione. Faccio un sacco di musica e amo collaborare.

Butcher The Bar (BI): Non conosco nessuno degli altri artisti sull'etichetta di persona ma sono certamente un fan degli altri. I Dumb Things che ho già menzionato, e l'ultimo disco di Lachlan Denton è grandioso, così bello. Sto appunto entrando nel suo nuovo disco con Emma Russack, che mi sto davvero godendo dopo un paio di giri, ma sì sarebbe pazzesco collaborare a qualcosa, grande idea OndaRock! Fatelo succedere!

Poppel (M): Sicuramente. C'è questa strano storia sugli Sprinters. Coi Poppel suonavamo live questa loro canzone chiamata "Lloret Train". Ci piaceva davvero il loro primo disco, ma era davvero underground ai tempi. Siamo stati così contenti di sapere che sarebbero entrati nella Meritorio! Adesso siamo compagni di etichetta di una delle nostre band preferite. Davvero fantastico!

Holy Tunics (M): Sono entrato nella Meritorio attraverso i buoni amici Smokescreens e farei volentieri una collaborazione con chiunque nell'etichetta. Le collaborazioni sono davvero divertenti e creano un progetto unico.



Playlist
BOBO INTEGRAL 
  
 Lachlan Denton - Two Months In Ben Woolley's Room 
 Dumb Things - Dumb Things 
 Blue Jeans - Adult Hits 
 
 Butcher The Bar - III 
 Lachlan Denton & Studio Magic - A Brother 
 Emma Russack & Lachlan Denton - Take The Reigns  
  
MERITORIO 
  
 Glaciers - Living Right 
 Smokescreens - Smokescreens 
 Stephen's Shore - September Love  
 Holy Tunics - Butter Dish 
 Poppel - Hit It  
 The Seams - Another Side of the Seams 
 The Maureens - Something in the Air  
 Monnone Alone - Do It Twice 
 The Roves - All Those Freaks 
 Monnone Alone - Summer of the Mosquito  
 Holy Tunics - Hit Parade Lemonade Supersonic Spree 
 Poppel - Make Sense 
 Cool Sounds - More To Enjoy 
 Capitol - Dream Noise 
 Sprinters - Struck Gold 
Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.