Gnaw Their Tongues

Eschatological Scatology

2012 (Autoprodotto) | symphonic black-doom metal, doodmuziekjes

Dacci oggi il nostro Gnaw Their Tongues quotidiano. O quasi. Di certo, Maurice De Jong è uno degli artisti più prolifici in circolazione, anche perché ama mettersi in gioco in più progetti, non tralasciando (ci mancherebbe!) split e collaborazioni sparse. Va detto, comunque, che il materiale qui raccolto risale al 2008/2009 e solo a tratti riesce ad eguagliare la creatività dei suoi momenti migliori.

"Eschatological Scatology" (rilasciato sul suo bandcamp in streaming e in download a un prezzo minimo di due dollari) presenta veri e propri assalti all'arma bianca, a cominciare dall'assordante title track e proseguendo, quindi, tra martellanti bombardamenti black-metal e il solito grande lavoro di stratificazioni rumoriste, bordate industriali, vocalizzi demoniaci e sovrastrutture sinfoniche. Roba interessante soprattutto per i seguaci del musicista olandese, sicuramente ben felici di ripescare ogni sua singola traccia, anche per illuminare, in maniera sempre più adeguata, il germe da cui nasce e si sviluppa uno dei sound più oltranzisti e visionari degli ultimi anni.

Accanto a momenti che spingono a fondo in direzione di una mattanza travolgente e furibonda ("The Messianic Downfall", "A Sinister Lurking Grave", "The Golden Altar Burns"), sfilano numeri più intricati ed intriganti, in cui sono le sfumature e le variazioni infinitesimali a fare la differenza: gli intermezzi evocativi e la fuga epica di "Deepwood Bodytrap", l'inferno fotografato da Lucifero di "Lash Cultus" e le più complesse, nonché vertici dell'opera, "Master I Am Done" (archi in fibrillazione, bozzetti folk piantati nel bel mezzo della tempesta, attraversamenti wagneriani e scariche elettrostatiche) e "The Atrocious Angel Of Scatology" che, accanto al piano sequenza del massacro, offre anche uno scorcio di disperata malinconia chiudendo l'opera con un corale solenne.
Come dire che, anche quando siamo alle prese con le sue opere "minori", Maurice non manca mai di regalarci qualche colpo magistrale.



(30/05/2012)

  • Tracklist
  1. Eschatological Scatology
  2. The Messianic Downfall
  3. Deepwood Bodytrap
  4. Lash Cultus
  5. Master I Am Done
  6. A Sinister Lurking Grave
  7. The Golden Altar Burns
  8. The Atrocious Angel Of Scatology
Gnaw Their Tongues su OndaRock
Recensioni

GNAW THEIR TONGUES

Abyss Of Longing Throats

(2015 - Crucial Blast)
Nuovo lavoro su Crucial Blast per Maurice De Jong, sempre alle prese con terrificanti partiture ..

GNAW THEIR TONGUES

Sulfur

(2013 - autoprodotto)
Attraverso il suo Bandcamp, Maurice De Jong rilascia alcune tracce inedite risalenti al 2009

GNAW THEIR TONGUES & ALKERDEEL

Dyodyo Asema

(2013 - ConSouling Sounds)
La formazione belga e la one-man band olandese incrociano le forze (del male)

DEMONOLOGISTS / GNAW THEIR TONGUES

Split Lp

(2012 - Desire Records)
Split vinilico per il progetto harsh-noise industriale americano e la più feroce creatura di De Jong

GNAW THEIR TONGUES

Per Flagellum Sanguemque, Tenebras Veneramus

(2011 - Crucial Blast)
Uno dei dischi più oscuri e perversi del genio olandese, tra caos controllato e solenne depravazione ..

GNAW THEIR TONGUES

The Blotched and the Unwanted

(2010 - autoprodotto)
Nuovi dispacci dal mondo oscuro e terrificante di Maurice De Jong

GNAW THEIR TONGUES

Dimlit Hate Cellar

(2010 - autoprodotto)
Quattro tracce di vecchio materiale per Maurice De Jong

GNAW THEIR TONGUES

Tsutomu Miyazaki

(2010 - Hell Lies In Others)
Per il musicista olandese, un Ep ispirato alle gesta di un serial killer giapponese

GNAW THEIR TONGUES

L'Arrivée de la Terne Mort Triomphante

(2010 - Crucial Blast)
Sinfonismo infernale e rituali di autoflagellazione nel capolavoro del musicista olandese

GNAW THEIR TONGUES

Kaolo

(2010 - autoprodotto)
L'ennesima produzione targata Maurice De Jong

GNAW THEIR TONGUES

All The Dread Magnificence Of Perversity

(2009 - Burning World)
Il nuovo terrificante lavoro della one man band olandese

GNAW THEIR TONGUES

Die Mutter Wählt Das Todtenkleidchen

(2009 - Universal Consciousness)
Un concentrato di bestialità metallica, sinfonismo superomistico e squarci di orrore cacofonico

Gnaw Their Tongues on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.