kNN

Alta moda animale

2019 (pseudomagica) | sound collage, musique concrète

Dietro la dignità stoica che gli è stata indebitamente impartita, custodisce nell'addome un segreto inconfessabile. Nelle sue umide viscere prolifera rigogliosamente la silenziosa ribellione all'ordine.

In molti casi vince la veste grafica, una confezione esteriore che conquista e porta, se non a comprare (i tempi cambiano), perlomeno a cliccare "Play". Ma un titolo come “Alta moda animale”, almeno a mio giudizio, risulta irresistibile nel suo sofisticato e grottesco nonsense: in tre parole si riassume con efficacia la vena collagista del compositore napoletano Renato Grieco, già metà del duo Les Énervés con Giulio Nocera, tra i più validi rappresentanti del revival analogico a suon di nastri Revox e improvvisazione elettroacustica.

Ma il suo esordio solista a nome kNN è in un certo senso un progetto a quattro mani, supervisionato nell’arco di due anni da Antøniø Serra, fondatore della label pseudomagica, avviata lo scorso anno con il trio impro-noise LARiX. Pienamente ascrivibile alla pur ampia categoria dei “film senza immagini”, l’opera prima di Grieco è un flusso sonoro il cui montaggio alternato fa pensare a un Bill Viola che, completamente bendato, avanza a tentoni fra le attrazioni abbandonate di un luna park fantasma.

Nitriti di cavalli infastiditi da mosche ronzanti, room tone da provincia industriale, un pianoforte da cartolina parigina che in breve sprofonda nel gelido baratro di un singolo tasto sul registro più basso (“nappa bianca”): la più grigia desolazione è continuamente sdrammatizzata da elementi estranei che vanno e vengono sull’immaginario proscenio: ma in apparenza non c’è intento dissacrante da enfant terrible, quanto piuttosto una spontanea curiosità nel produrre un modesto stupore uditivo attraverso contrasti surreali.

“Alta moda animale” non è (o non soltanto) fredda materia elettronica: agli objets trouvés liberamente assemblati si alternano estratti da incisioni cameristiche realizzate a Napoli da Grieco – contrabbassista di formazione – assieme a due violoncellisti (Chiara Mallozzi e Davide Maria Viola) e un percussionista (Riccardo La Foresta). I loro brevi interludi sono la risposta all’innesco di astuti giochi meta-musicali, come l’annuncio “ensemble!” da parte di una voce sintetica o un complemento ritmico in cui essa pronuncia i comandi “snare” e “kick” al posto dei beat (“matta nettipattam”).

L’ultima traccia ricalca e rimanda a un video virale pubblicato su Facebook – a oggi con circa 15 milioni di visualizzazioni – nel quale un cane ulula animosamente mentre martella le zampe anteriori sul pianoforte: è l’inequivocabile étoile dello spettacolo postmoderno di kNN, che nella breve durata trova anche la sua maggior efficacia, offrendo un sinistro diversivo alle vostre serate più sfacciatamente highbrow.

(05/04/2019)

  • Tracklist
  1. nappa bianca
  2. asterione
  3. alta moda animale
  4. matta nettipattam
  5. scuto elegans
  6. un chaperon de faucon
  7. facebook.com/pssj60/videos/10216776401622975
kNN on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.