Libri

Rumori sacri

di Michele Beccaria

Autori: Aldo Chimenti, Devis Granziera, Paolo Bandera e Alessandro Papa
Titolo: Rumori sacri - Le vie esoteriche e mortifere di quattro protagonisti della musica post-industriale italiana
Edizioni: Kali Yuga Editions
Anno: 2011
Prezzo: 28 euro

rumorisacri_01Questa è un'opera preziosa: quattro personaggi che hanno vissuto in prima fila la storia della scena post-industriale italiana si cimentano nell'impresa di ripercorrere la parabola di alcuni tra i gruppi più influenti di quel malsano periodo.
Il libro a cura di Alessandro Papa è diviso in sezioni, ciascuna dedicata a un gruppo: la prima, che prende quasi metà del volume, racconta la storia degli Ain Soph: Aldo Chimenti funge in questo caso da cicerone con la sua eccellente capacità descrittiva e profondissima conoscenza della scena neo-folk, di cui gli Ain Soph sono parte integrante; una formazione che può ritenersi a pieno titolo fondatrice della corrente stilistica "all'italiana" del genere. Questo stile si è poi diffuso in maniera endemica tra i gruppi dello stivale e non solo, consacrando definitivamente la band, ancora una volta apripista di nuove tendenze musicali.
Alla cronistoria delle uscite discografiche e live del gruppo, che parte dagli stravolgenti esordi esoterico-rituali, si affiancano in un connubio inscindibile le dichiarazioni dei protagonisti, sotto forma di stralci di interviste, frammenti tratti dai loro stessi lavori e riferimenti filosofici e non (Crowley, Evola e Guenon su tutti), che si fondono perfettamente e quasi impercettibilmente con il filone narrante, il tutto condito da numerose foto e immagini storiche.

Il secondo capitolo è curato da Devis Granziera, arcinoto con il suo progetto che va sotto il nome "Teatro Satanico". Rosemary's Baby è stato un progetto legato al tempio della gioventù psichica (T.O.P.Y.), fondato da Genesis P-Orridge e Peter Christopherson, capostipiti universalmente riconosciuti della scena industriale mondiale, con cui le vicende dei nostri si intrecciano più volte dandoci un punto di vista inedito di questa pseudo-organizzazione: esiste poca e ormai introvabile documentazione su questo gruppo, ma l'analisi estremamente lucida e ordinata di Devis consente di farla riemergere, tratteggiando l'ennesima storia oscurantista di caccia alle streghe tipicamente italiana: è interessante notare che, come già agli esordi degli Ain Soph, l'aspetto tecnico della creazione musicale passasse nettamente in secondo piano in favore di un utilizzo mistico-trascendente della musica (o non-musica, come a ragione viene anche chiamata).
Paolo Bandera, componente dei Sigillum S insieme a Eraldo Bernocchi, ricostruisce la storia tutt'altro che conclusa del gruppo, quasi come una biografia: si ricavano una perfetta guida all'ascolto e una completezza di informazioni ineguagliabile, anche se sono pochissimi accenni alla vita privata dei due componenti della band.

Il libro chiude in bellezza con una eccezionale retrospettiva su Marco Corbelli, mente geniale, macabra ed estremamente instabile dietro ad Atrax Morgue e Slaughter Productions, etichetta di riferimento, quest'ultima, per quanto riguarda le sonorità elettroniche più estreme e nichiliste degli anni Novanta.
Fantastiche le foto d'archivio che accompagnano una esauriente biografia, sia per quanto riguarda gli intenti, i riferimenti culturali e i pilastri fondamentali dei vari progetti di Marco e della sua etichetta, sia per la descrizione degli stati gli stati d'animo che li hanno attraversati, prima di quella che purtroppo è sembrata a molti una fine inevitabile.
Il retro copertina del libro chiude il discorso riportando ironicamente l'ingenua domanda di un giornalista posta a Corbelli probabilmente durante il suo tour del 2006 insieme a Devis Granziera: "Noi giapponesi pensiamo all'Italia come a un posto piacevole e carino ma, al contrario, le noise-band italiane sono parecchio oscure e truci. Perché?".

(23/02/2012)

Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.