Woven Hand

Mosaic

2006 (Glitterhouse) | songwriter

"Sackcloth & Ashes", "Low Estate", "Secret South", i primi tre lavori di 16 Horsepower, hanno già garantito a Dave Eugene Edwards un posto di rilievo nell’olimpo dei più grandi cantautori americani di sempre. Come dite? Avete l’impressione che stia mettendo le mani avanti. No non scherziamo… beh un po’ sì, a essere sinceri, perché questo “Mosaic” non è esattamente come ce lo aspettavamo. E’ complessa l’analisi, perchè se l’approccio compositivo di Dave non sembra cambiato, come una lettura superficiale suggerirebbe, il risultato finale contraddice in parte la premessa. Sempre canzoni che scavano nell’immaginario della provincia americana, sempre visioni di una Flannery O’Connor in acido meets Garth “The Preacher” Ennis, e un armamentario di piccoli rimandi a tradizioni musicali europee.

C’è però qualcosa che riguarda il mood complessivo del disco a farci storcere il naso, ovvero una sorta di quiete angosciosa che rende il declamare di Edwards meno sferzante, con incursioni addirittura nel pacato blues psichedelico di Mike Johnson (“Twig”). Se a ciò si aggiungete una stanca ripetizione di sonorità già abbondantemente esplorate (e ciò in continuità con quanto fatto in precedenza), converrete con me che il quadro non è esattamente dei migliori. Qui termina l’analisi, perché a pelle “Mosaic” è un disco più che godibile, a cui non fanno difetto le grandi canzoni.

“Truly Golden”, doomy come se la fine del mondo fosse imminente, “Elktooth”, la più sperimentale del lotto, che avanza per minacciose sincopi industriali come da manuale rumorista, e la Cashiana “Deerskin Doll” testimoniano di una qualità media che le produzioni cantautorali odierne possono solo agognare. Poi, qualche passo falso (lo strumentale buonista “Bible And Bird”), ma in definitiva un disco che pur non segnando nessun clamoroso cambio di rotta, sa farsi apprezzare.

(19/05/2006)

  • Tracklist

1. Breathing Bull
2. Winter Shaker
3. Swedish Purse
4. Twig
5. Whistling Girl
6. Elktooth
7. Bible And Bird
8. Dirty Blue
9. Slota Prow - Full Armor
10. Truly Golden
11. Deerskin Doll
12. Little Raven/Shun

Wovenhand su OndaRock
Recensioni

WOVENHAND

Star Treatment

(2016 - Glitterhouse)
La moderna astrolatria dell'immarcescibile cantore del Colorado

WOVENHAND

Refractory Obdurate

(2014 - Glitterhouse)
Ennesima raccolta di esorcismi per il vecchio David Eugene Edwards

WOVEN HAND

The Laughing Stalk

(2012 - Glitterhouse)
Un esplosivo, intensissimo ritorno per lo sciamano dell'alt-country

WOVEN HAND

The Threshingfloor

(2010 - Glitterhouse)
Un ritorno alle origini della sua Denver per la nuova perla firmata David Eugene Edwards

WOVEN HAND

Ten Stones

(2008 - sounds familyre)
I sermoni southern gothic di Dave Eugene Edwards

WOVEN HAND

Consider The Birds

(2004 - Sounds Familyre)

Woven Hand on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.