Au

Versions

2009 (Aagoo) | psych-folk

Luke Wyland non percorre strade usuali per realizzare il suo progetto di avant-folk, dopo aver smembrato il gruppo dell’esordio “Au” e dopo aver incrociato una ventina di abili musicisti per il collettivo folk-psichedelico di “Verbs”, gioca con la rilettura in chiave modernista di cinque brani tratti dai precedenti album e un inedito dalle soluzioni ardite e affascinanti.
La sola Dana Valatka fornisce le sue ritmiche imprevedibili per accontentare le smanie progressiste della nuova veste sonora degli Au, il resto è nelle abili mani del leader, che rinnova le strutture dei brani con risultati eccellenti. L’immaginazione di Luke Wyland prende il sopravvento, la tecnica e la perfezione formale vengono accantonate in favore di una maggiore flessibilità delle composizioni.

“All Myself” è il trionfo emotivo dell’album: Luke Wyland, spogliando il brano dalle raffinate soluzioni d’arrangiamento, concentra su poche note di piano lo scheletro sonoro, la voce estrae emozioni senza alcun indugio, il brano scivola su atmosfere classicheggianti rievocando Antony & The Johnsons e i Marc & The Mambas, pochi elementi sonori immersi in una ipnosi sonora di rara bellezza.
Stesso percorso per “Death” che si rinnova rinunciando al tono elegiaco della versione originale, per introdurre elementi noise che si stagliano come primi raggi di luce tra le pieghe della sofferenza e della desolazione.
"Rr Vs. D" e "Are Animals", pur spoglie delle architetture originali e pur violentate da suoni spuri, mantengono coordinate armoniche e melodiche dai tratti psichedelici e magniloquenti.
L’inedito “Ida Walked Away” è il primo brano pop scritto da Luke Wyland, un vortice di riff mai lineare e sorprendentemente canticchiabile.

La nuova direzione sonora degli “Au” sembra non solo più lucida e creativa ma anche più ricca di soluzioni innovative che archiviano nel loro insieme un trionfo musicale, attraverso un prodotto apparentemente innocuo e superfluo.  

(28/04/2010)

  • Tracklist
1. Ida Walked Away
2. RR vs. D
3. Are Animals
4. All Myself
5. Death
6. Boute (digital only)
Au su OndaRock
Recensioni

AU

Both Lights

(2012 - Leaf Label)
Nuove pulsioni avantgarde ed elettroniche nel nuovo progetto di Luke Wyland, con Colin Stetson come guest ..

AU

Verbs

(2009 - Aagoo Records)
I flussi psichedelici di Luke Wyland virano verso il folk orchestrale

Au on web