Bachi da Pietra

Insect Tracks

2010 (Wallace Records) | post rock

I Bachi da Pietra attraverso i quattro album finora pubblicati ("Tornare nella terra" nel 2005, "Non io" nel 2007, "Tarlo terzo" nel 2008, il recente "Quarzo" nel 2010) si sono gradualmente costruiti un percorso artistico credibile che li ha portati ad assurgere al ruolo di attori di primissimo piano nella nuova scena indipendente italiana.

In particolare "Tarlo terzo" ha accresciuto notevolmente il livello di notorietà dei Bachi, tanto che nel 2009 hanno deciso di sottoporsi a un esperimento ideato e proposto da Francesco Donadello dei Giardini di Mirò.


L'esperimento ha riguardato la registrazione dal vivo di due inediti e di alcuni bachi mutanti: brani che, esecuzione dopo esecuzione, hanno assunto forme diverse rispetto alle versioni precedentemente pubblicate.

Queste tracce di insetti sono frutto di riprese sonore raccolte all'interno del Teatro Dimora l'Arboreto di Mondaino il 19 luglio 2009.

Nell'incisione tutta la catena di produzione, dalla ripresa su nastro al solco sul vinile per mezzo di un tornio meccanico, è prodotta con i più evoluti mezzi della tecnologia monofonica degli anni Cinquanta.


Il risultato finale è composto anzitutto da un disco dal vivo formato 33 giri, canonicamente suddiviso in un lato a (con riprese avvenute durante il giorno, senza pubblico) e un lato b (con le riprese serali, in presenza del pubblico).

Accanto al vinile troviamo un dvd realizzato sotto la minuziosa regia di Luigi Conte, il quale racconta sia la bella giornata trascorsa in teatro, con il resoconto di parte dell'esibizione, sia tutto il procedimento di montaggio audio, avvenuto con sistemi assolutamente artigianali.


L'andamento claustrofobico è quello oramai noto a chi segue la band da qualche anno: basso e batteria in primo piano, dinamiche che vanno dal piano al mezzoforte senza mai esplodere davvero, sfumature in rigoroso bianco e nero che delineano una sorta di blues urbano al rallentatore, il cui incedere lento è metafora di un calvario tanto doloroso quanto inevitabile.

Se musicalmente succede sempre molto poco in questo post-rock più cerebrale che emotivo, il dvd stavolta consente di avvicinarsi fisicamente al fosco ermetismo, a tratti inquietante, interamente imputabile alle menti di Bruno Dorella e Giovanni Succi.

(02/11/2010)

  • Tracklist
Lato A:
  1. Per la scala del solaio
  2. Andata
  3. Notte delle blatte
  4. Casa di legno

Lato B:
  1. Mestiere che paghi per fare
  2. I suoi brillanti anni Ottanta
  3. Strada verso Incisa
  4. Prostituisciti / Verme
Bachi da Pietra su OndaRock
Recensioni

BACHI DA PIETRA

Necroide

(2015 - La Tempesta / Wallace / Tannen)
Si completa la svolta metal nel sound del progetto firmato Succi/Dorella

BACHI DA PIETRA

Quintale

(2013 - La Tempesta)
Il nuovo volo, pesante e metallico, del coleottero da guerra dei Bachi da Pietra

BACHI DA PIETRA

FestivalBug Ep

(2013 - Corpoc)
Tre brani di congedo dal festival itinerante dei Bachi da Pietra

BACHI DA PIETRA

Quarzo

(2010 - Wallace)
Ritorna, stanco e poco ispirato, il duo Succi-Dorella

BACHI DA PIETRA

Tarlo Terzo

(2008 - Wallace)
La coppia Succi-Dorella e il seguito dell'acclamato "Non io"

BACHI DA PIETRA

Non Io

(2007 - Wallace-Die Schachtel)
Il blues urbano del duo Succi-Dorella in dieci nuovi brani

BACHI DA PIETRA

Tornare nella terra

(2005 - Wallace)
L'esordio avant-rock-blues del nuovo progetto di Giovanni Succi e Bruno Dorella

Bachi da Pietra on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.